Serie B, Livorno-Venezia 0-2: amaranto inguardabili, decidono Longo e Capello

Decima sconfitta interna della stagione per Luci e compagni, ormai ad un passo dalla retrocessione: la zona playout è distante 12 punti

È notte fonda al Picchi, ancora una volta. Il Livorno, nella 31esima giornata di Serie B, cede per 0-2 al Venezia incassando la decima sconfitta interna della stagione, la seconda consecutiva dopo quella di nove giorni fa contro il Cittadella. Un ko che mette definitivamente fine alle residue speranze salvezza: la zona playout, quando al termine del torneo mancano sette gare, è distante 12 lunghezze. Un abisso.

Livorno-Venezia, le pagelle

Livorno-Venezia, la cronaca

Filippini, squalificato e sostituito in panchina dal vice David Balleri, si affida al 4-3-3, con il tridente offensivo composto da Marras, Braken e Marsura. In difesa, davanti a Plizzari, ci sono Del Prato, Boben, Bogdan e Seck, mentre in mezzo al campo spazio per Awua, Luci e Agazzi. Gli amaranto sembrano partire bene e al 7', sugli sviluppi di un calcio di punizione, si rendono pericolosi con Awua, che spara però a lato da buona posizione. Al 17' chance anche per Braken, il cui tocco ravvicinato viene deviato in angolo da Lezzerini. Il Venezia però non sta a guardare e nel giro di tre minuti, tra il 19' e il 22', cala un micidiale uno-due: prima Longo, servito in profondità da Lollo, sblocca il risultato, poi ci pensa Capello, con un preciso colpo di testa, a siglare il raddoppio. Il Livorno è tramortito e i lagunari sfiorano anche il tris, con Zigoni che spreca una ghiotta occasione al 24'. Balleri, per cercare di raddrizzare la barca, cambia due uomini già al 32' (fuori Seck e Braken, dentro Ruggiero e Ferrari) passando al 3-5-2, ma la musica non cambia.

Nella ripresa il Venezia non ha infatti problemi a gestire la gara e gli amaranto, eccezion fatta per una conclusione di Ferrari respinta da Lezzerini al 55', non riescono mai ad impensiere la porta lagunare. Gli ingressi di Murilo, Trovato e Coppola non producono alcun effetto e la formazione di Filippini è costretta ad alzare bandiera bianca. Ancora una volta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tabellino di Livorno-Venezia

Livorno (4-3-3): Plizzari; Del Prato, Boben, Bogdan (59' Coppola), Seck (32' Ruggiero); Agazzi, Luci (59' Trovato), Awua; Marras (51' Murilo), Braken (32' Ferrari), Marsura. A disposizione: Neri, Ricci, Morelli, Fremura, Pallecchi, Mazzeo. Allenatore: Balleri.
Venezia (4-3-1-2): Lezzerini; Lakicevic, Modolo, Casale (58' Molinaro), Ceccaroni; Lollo (66' Zuculini), Fiordilino (58' Vacca), Maleh (76' Marino); Capello; Zigoni (58' Montalto), Capello, Longo. A disposizione: Bertinato, Pomini, Molinaro, Riccardi, Cremonesi, Fiordaliso, Monachello. Allenatore: Dionisi.
Arbitro: Ros di Pordenone
Reti: 19' Longo, 22' Capello
Note: angoli 5-4 per il Livorno, ammoniti Marras, Modolo, recupero 2'+5'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rosignano, scontro tra camion e auto sulla SR 206: due feriti

  • Isola d'Elba: avvistato il Khalilah, lo yacht tutto ricoperto d'oro

  • Dramma a Collesalvetti: gravissima 30enne investita dal fratello dopo una lite, l'uomo inseguito e arrestato per tentato omicidio

  • Funerale Andrea Matteucci, San Jacopo gremita per l'ultimo abbraccio a "Gas"

  • Coronavirus Toscana, albergo sanitario obbligatorio per i positivi: "Scongiurare il moltiplicarsi di focolai domestici"

  • Morto in scooter a 17 anni, i funerali di Andrea Matteucci mercoledì 1 luglio nella chiesa di San Jacopo

Torna su
LivornoToday è in caricamento