Colf e badanti non dichiarano il reddito: scoperta evasione fiscale di 230mila euro

Operazione della guardia di finanza: cinque collaboratrici familiari, che operavano a Livorno e provincia, omettevano i guadagni

Cinque tra colf e badanti, operanti a Livorno e provincia, sono state scoperte dalla guardia di finanza a non dichiarare i propri redditi per un'evasione fiscale di 234mila euro. Tutte le lavoratrici sono state segnalate all'Agenzia delle entrate per le inevitabili procedure sanzionatorie e di recupero di quanto omesso.

Badanti non dichiarano il reddito: scoperta evasione di 300mila euro

Colf e badanti non dichiarano guadagni ed evadono oltre 230mila euro

Dei cinque casi scoperti dalle fiamme gialle, tre fanno riferimento ad altrettante colf operanti nella provincia di Livorno. Il primo rigurarda una 62enne italiana in provincia di Castagneto Carducci che, dal 2014 al 2018, non ha dichiarato 57mila euro. Il secondo una 56enne moldava, che lavorava a Bolgheri, la quale ha omesso, dal 2014 al 2017, 43mila euro. Il terzo una 60enne russa che, dal 2014 al 2018, ha omesso guadagni per 44mila euro. 

Altri due casi invece fanno riferimento ad altrettante badanti. Nel mirino dei finanzieri è finito un 51enne filippino che, insieme alla moglie, si prendeva cura per sette giorni alla settimana 24 ore su 24 di un'anziana signora vicino Cecina. L'uomo, in tre anni, non ha presentato alcuna dichiarazione dei redditi pur avendo percepito 55mila euro. L'ultima segnalazione riguarda una 40enne rumena che nel 2015 e 2016 ha guadaganto 35mila euro omettendo il tutto all'Agenzia delle entrate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

Torna su
LivornoToday è in caricamento