Raffica di furti nella notte ai danni cinque attività, titolari furiosi: "Stufi della situazione, servono più controlli"

I malviventi si sono introdotti nel negozio di frutta e verdura in via Cambini, all'erboristeria Benetti, al distributore Eni, al negozio di videogames Massima Curvatura e al bar al Gambrinus al cisternone

Non si placa l'ondata di furti in città. Dopo i numerosi colpi messi a segno nello scorso fine settimana, a Tigotà e Maxizoo e Ortofresco, i malviventi, nella notte tra sabato 21 e domenica 22, hanno preso di mira cinque attività: il negozio di frutta e verdura in via Cambini, l'Erboristeria Benetti in via Marradi, il benzinaio Eni sempre in via Marradi, Massima Curvatura in via Mentana e al bar Gambrinus in piazza del Cisternone. La titolare del locale non usa giri di parole per descrivere la propria rabbia: "Si tratta credo del decimo furto che subisco - le sue parole -, purtroppo non c'è alcun controllo. La situazione sta diventando invivibile e sono veramente stufa". Dello stesso tenore le parole del proprietario del negozio di videogame: "Sono amareggiato perché non è bello sentirsi chiamare nel cuore della notte a causa di un furto subito. Spero che la cittadinanza possa stare vicina ai negozi che sono stati presi di mira dai ladri". 

Furto al Gambrinus

Come accaduto nei precedenti furti, i proprietari delle attività devono fare i conti più con i danni provocati dai ladri che con quanto rubato. In tutte le attività infatti sono stati sottratti solo pochi spiccioli mentre tra vetrate sfondate e negozi messi a soqquadro i titolari sono costretti a spendere centinaia di euro per riparare quanto distrutto. I carabinieri stanno indagando sui furti avvenuti e hanno acquisito i filmati delle telecamere. 

Furto Massima Curvatura

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa fino al 4 dicembre, Giani: "Ancora un po' di pazienza, poi fino a Natale in zona arancione o gialla"

Torna su
LivornoToday è in caricamento