rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Nuovo Dpcm, Green Pass obbligatorio per andare alle Poste, dal tabaccaio e nelle librerie: le novità dal 1 febbraio

Firmato il decreto che pone nuovi limiti a chi non si è vaccinato. Certificazione necessaria anche per entrare nei negozi di cosmetici e cartolerie

Il premier Mario Draghi oggi, venerdì 21 gennaio, ha firmato il nuovo Dpcm con il quale viene definito l'elenco delle attività essenziali alle quali si potrà accedere dal 1 febbraio sono con il Green pass. La novità principale riguarda gli uffici postali: per ritirare la pensione servirà il certificato verde. Come riporta Today.it, è saltata dunque la norma inserita nella bozza con la quale erano considerate "esigenze essenziali e primarie" quelle "indifferibili e urgenti connesse alla riscossione, presso gli sportelli di Poste italiane Spa e degli istituti di credito abilitati, di pensioni o emolumenti comunque denominati non soggetti ad obbligo di accredito". Tutte le novità entreranno in vigore a partire dal 1 febbraio.  

Nuovo Dpcm sull'obbligo di Green pass: il testo

Nuovo Dpcm, l'elenco delle attività dove si può accedere senza Green pass

Nel decreto viene anche fatto un elenco delle attività nelle quali si potrà accedere liberamente senza dover esibire all'ingresso alcuna certificazione. Ecco il dettaglio completo: 

  • "commercio al dettaglio in esercizi specializzati e non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati e altri esercizi non specializzati di alimenti vari)";
  • "commercio al dettaglio di prodotti surgelati";
  • "commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati". 
  • "commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati";
  • "commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento".
  • "commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari";
  • "commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie, parafarmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)". 
  • "Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati"; "commercio al dettaglio di materiale per ottica".

Non serve - ovviamente - il Green Pass per chi ha urgenza di recarsi al pronto soccorso, per chi deve sottoporsi a una visita in ospedale o ad analisi cliniche in un laboratorio. Ingresso "libero" se si deve sporgere una denuncia in un commissariato o in una caserma o chi è imputato o testimone in un processo civile o penale e per questo deve entrare in tribunale. 

Green pass obbligatorio, ecco dove

Oltre a quanto stabilito nell'ultimo decreto Covid, servirà la certificazione verde base (che si può ottenere con un tampone antigenico negativo oppure molecolare) anche per recarsi nelle librerie, alle Poste, nelle rivendite di giornali che si trovano al chiuso (come nei bar) e nei negozi che vendono articoli di cartoleria. Green pass anche per entrare dai tabaccai poiché, secondo quanto stabilito, non rientrano nei "servizi essenziali per le persone". Stessa sorte anche per le attività che vendono cosmetici.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Dpcm, Green Pass obbligatorio per andare alle Poste, dal tabaccaio e nelle librerie: le novità dal 1 febbraio

LivornoToday è in caricamento