rotate-mobile
Nicola Vanni

Opinioni

Nicola Vanni

Responsabile di redazione LivornoToday

Elezioni Quirinale | "Rushenka presidente" ci va bene, ma i grandi elettori si ritirino dalla politica: il voto è una cosa seria

Durante lo scrutinio per l'elezione del Presidente della Repubblica è comparso, tra i molti, anche il nome che ormai da giorni spopola sul web quale 'titolare' del protocollo livornese anti Covid. Una mancanza di responsabilità, rispetto e senso delle istituzioni che non fa ridere per niente

Nino Frassica, Amadeus, Claudio Baglioni. E ancora Alberto Angela, Enrico Ruggeri, Alfonso Signorini, Giovanni Rana e Christian De Sica. Tutti nomi validi, forse eleggibili, di certo votati. Come possibili Presidente della Repubblica, per l'esattezza, scelti da chissà quali Grandi Elettori nel segreto dell'urna da cui dovrà necessariamente uscire il successore di Sergio Mattarella. Una cosa piuttosto seria, insomma, dove a emergere è invece la certificata mancanza di responsabilità, rispetto e senso delle istituzioni che certi improvvisi della politica manifestano ormai puntualmente ogni sette anni. 

Che anche questa volta ci si aspettasse qualcosa del genere nelle prime tornate dove la 'fumata nera' è inevitabile in assenza di accordi trasversali o maggioranze definite in parlamento, nessuno lo nega. Ma che fosse auspicabile un diverso atteggiamento dai nostri parlamentari, eletti e pagati per assolvere un compito di interesse pubblico, era altrettanto lecito. Perché in tempo di pandemia, quando da una parte spaventa ancora l'emergenza sanitaria e dall'altra preoccupa ancora di più quella economica e sociale, non sarebbe guastata un po' di serietà da parte di chi dovrebbe tranquillizzare e guidare il popolo con adeguati provvedimenti e leggi. 

Covid e quarantena, il 'protocollo' di una mamma livornese conquista il web

La goliardia, ammesso che sia tale e non più semplicemente idiozia, dovrebbe rimanere fuori da Montecitorio. Dove invece - non certo per sua colpa o volontà - ha fatto irruzione anche Rushenka, la 'titolare' del protocollo livornese che da giorni spopola nelle chat di tutta la città, raccogliendo consensi e sorrisi sul web. Qualcuno, credendosi divertente e pensando di strappare pure qualche risata, ha scritto il suo nome nella scheda poi letta dal presidente della Camera Roberto Fico. Ecco, quel qualcuno, trattandosi dell'elezione del Presidente della Repubblica, sappia che almeno a noi è venuto solo da piangere. Se proprio volesse farci contenti, insieme ai colleghi sostenitori dei vari Frassica, Baglioni e Giovanni Rana, si ritiri dalla politica. Perché Rushenka presidente ci può anche star bene giusto tra i meme e sulle chat. Ma i teatri per fare ironia spicciola, anche se in Italia può sembrar strano, non sono le aule del Parlamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Elezioni Quirinale | "Rushenka presidente" ci va bene, ma i grandi elettori si ritirino dalla politica: il voto è una cosa seria

LivornoToday è in caricamento