rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca

Sommozzatori dei vigili del fuoco tagliati dai turni notturni, l'allarme della Lega: "Costa toscana scoperta da rapidi interventi"

Interrogazione in consiglio regionale degli esponenti del carroccio: "La Regione non ha competenze, ma un intervento del presidente Giani può risultare decisivo"

A lanciare l'allarme era stato il sindacato regionale Uilpa temendo che l'esclusione dai servizi notturni del nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco di Livorno fosse soltanto il primo passo di un depotenziamento che porterà alla sparizione dell'intero reparto. E a distanza di pochi giorni ecco l'interrogazione dei consiglieri regionali della Lega (Andrea Ulmi, Elena Meini, Marco Landi e Massimiliano Baldini) fortemente preoccupati dal taglio dei turni notturni che "lascia scoperta tutta la costa toscana in caso di necessità di rapidi interventi". U atto con il quale si chiede al presidente Giani quali iniziative siano state messe in campo per "conoscere le azioni finalizzate a garantire la miglior dotazione organica e la miglior organizzazione del sistema regionale sommozzatori, assicurando tempestivi interventi in caso di calamità ed in caso di pericolo per la vita di chi frequenta la costa". AL governatore, i consiglieri del Carroccio chiedono inoltre "quali azioni ha intrapreso rispetto alla Direzione regionale preposta alla definizione della dotazione organica dai nuclei di soccorso subacqueo ed acquatico in Toscana, alla luce anche del fatto che il ridimensionamento del personale dedicato al soccorso incide direttamente sul servizio".

Vigili del fuoco, sommozzatori di Livorno esclusi dai turni notturni. La protesta: "Reparto depotenziato, così andrà a sparire"

"Seppur la Regione Toscana non abbia una competenza diretta su queste decisioni - chiariscono i consiglieri della Lega - fondamentale può rivelarsi un intervento del presidente Giani, così come auspicato anche dal personale in servizio. La Toscana in questi anni è stata già pesantemente colpita dai tagli con la chiusura del nucleo di Grosseto e, adesso, con l'eliminazione del turno notturno nella città labronica. Il risultato finale è che se accade qualcosa la notte sulla costa si deve attendere l'intervento del nucleo di Firenze che lascerebbe per strada del tempo prezioso mettendo a rischio la sicurezza di molti cittadini toscani”. Ulmi, Meini, Landi e Baldini sono pronti ad attivarsi anche con i parlamentari toscani per chiedere un intervento del nuovo governo. “Sarà nostra iniziativa - concludono i consiglieri - sensibilizzare il nuovo governo sul tema attraverso i nostri parlamentari. La Toscana ha 397 chilometri di costa risultando la sesta in Italia per ampiezza, questo deve far riflettere sull'importanza che riveste il nucleo sommozzatori di Livorno e quanto sia necessario un turno che copra l'intero arco della giornata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sommozzatori dei vigili del fuoco tagliati dai turni notturni, l'allarme della Lega: "Costa toscana scoperta da rapidi interventi"

LivornoToday è in caricamento