Giovedì, 23 Settembre 2021
Calcio

Us Livorno, Gabriele Favilli sarà nuovamente lo speaker al Picchi: "Emozione unica, non potevo rifiutare"

Voce storica degli amaranto aveva lasciato nel 2019: "L'Eccellenza non sarà un problema, per amore di questa squadra si fa tutto"

Aveva lasciato nel 2019 dopo che per 17 anni era stato lo speaker del Livorno e la sua voce era diventata inconfondibile e amata da tutti i tifosi amaranto. Adesso, dopo due anni lontanto dal Picchi, ritorna nel posto che ormai gli appartiene, in quella cabina in tribuna dove ha coniato soprannomi che sono passati alla storia: da "il signore delle reti" per Igor Protti a "Mister miliardo" per Cristiano Lucarelli, da "argento vivo" per Francesco Valiani al "ministro della difesa" per Richard Vanigli, da "il toro di Brindisi" per Vantaggiato a "il puma" per Emerson. 

Calciomercato Us Livorno, Pinzani: "Vantaggiato e Torromino? Infattibili"

Aveva lasciato perché ormai considerava il suo ciclo chiuso, ma quando è stato richiamato non ci ha pensato un attimo e ha accettato subito, mosso anche dall'affetto che molti tifosi gli hanno mostrato su Facebook. Dopo i ritorni di Mazzoni e di Protti, la livornesità nella nuova Us Livorno ha un nuovo volto. 

Gabriele, bentornato. Prime sensazioni? 

"Sono felicissimo, è stata riaccesa la spina che mi avevano staccato due anni fa. All'epoca non avevo più voglia di andare avanti, ora invece non vedo l'ora di iniziare. Non mi importa la categoria, il Livorno si ama a prescindere". 

Cosa ti ha fatto cambiare idea?

"Sicuramente l'affetto dei tifosi. Su Facebook addirittura ci sono molti post di tifosi che chiedevano il mio ritorno e questo mi ha fatto tanto piacere. Appena ho ricevuto la chiamata della società tutti i dubbi sono stati spazzati via". 

Quando ti hanno contattato?

"Dieci giorni fa mi ha chiamato Fabio Discalzi (area marketing, ndr), che ringrazio sentitamente, dicendomi che c'era la possibilità di tornare a fare lo speaker allo stadio. Ero in vacanza in Calabria e non ho avuto il minimo dubbio sull'accettare". 

Sei più emozionato ora o al tuo esordio nel 2002?

"All'epoca ero un ragazzo che veniva da Radio Flash e si affacciava per la prima volta in questo mondo. Ora ho 43 anni, sono un uomo e certe cose le capisco meglio. Penso che sarò molto emozionato durante la prima partita in casa degli amaranto". 

Hai già conosciuto la nuova società?

"Mi sono incontrato con il presidente Toccafondi allo stadio e per me è stato bellissimo. Erano due anni che non andavo al Picchi e rivedere i vecchi amici, affacciarmi dal tondino e vedere il campo da calcio è stato bellissimo". 

Hai già pensato a qualche soprannome?

"Ancora no, prima devo conoscere bene la squadra. Qualcosa sono sicuro che mi inventerò". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Us Livorno, Gabriele Favilli sarà nuovamente lo speaker al Picchi: "Emozione unica, non potevo rifiutare"

LivornoToday è in caricamento