Livorno, ecco Morganella, Marsura e D'Angelo: "Impossibile dire di no. Il derby? Sarà una guerra"

Presentati i primi tre acquisti che rinforzeranno la rosa di mister Breda in vista della prossima stagione: "Daremo tutto per questa maglia"

Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Tutti gli aggiornamenti

Giornata di presentazioni in casa amaranto. Protagonisti, nella mattina di venerdì 12 luglio al Coni di Tirrenia, Santo D’Angelo, Davide Marsura e Michel Morganella, i primi tre acquisti che andranno a rinforzare la rosa di mister Breda in vista della prossima stagione. Al loro fianco il nuovo collaboratore tecnico David Balleri, che, prima di cedere la parola ai tre giocatori, ha fatto un breve bilancio di questi primi giorni di lavoro: "La squadra sta lavorando bene, i ragazzi li abbiamo trovati pronti e preparati. Sono tutti professionisti seri: devono andare avanti così", ha detto l'ex pendolino amaranto.

D'Angelo: "Impossibile dire di no, pronto al salto di qualità"

Il primo a prendere la parola è stato Santo D'Angelo, centrocampista classe 1995 reduce da due stagioni con la Sicula Leonzio: "Dopo aver giocato per tanti anni in C - ha esordito -, questo sarà per me il primo anno in una piazza così importante. Al Livorno era impossibile dire di no e, appena è arrivata la chiamata, ho subito accettato senza neanche pensarci. Dopo aver fatto esperienza in un campionato tosto come il girone meridionale di terza serie, mi sento pronto per questa nuova avventura. Le mie caratteristiche? Ho sempre fatto la mezz'ala, ma all'occorrenza ho giocato anche come play davanti alla difesa. Sono un centrocampista a cui piace inserirsi e segnare - ha proseguito D'Angelo -, ma in ogni caso mi adatterò alle esigenze del mister. Il mio idolo? Javier Pastore ai tempi del Palermo, squadra della quale sono tifoso".

Marsura: "Darò tutto per questa maglia. Voglio segnare di più"

È poi stato il turno di Davide Marsura, attaccante esterno classe ‘94 che, nell'ultima stagione, si è diviso tra Venezia e Carpi: "Non ci ho pensato due volte ad accettare questa destinazione - ha subito dichiarato - e quello che posso garantire è che da parte mia l'impegno non mancherà mai: amo questo lavoro e do sempre tutto per la maglia". Marsura ha poi illustrato le sue principali caratteristiche: "Sono un esterno che può giocare anche come seconda punta e che unisce forza fisica e velocità. Non sono un bomber, mi piace muovermi e fornire assist ai compagni, anche se quest'anno spero di segnare un po' di più. Se conoscevo Breda? - ha poi concluso - Era mia vicino di casa".

Livorno, Spinelli: "Ferrero? Mi ha telefonato, ma lasciamo perdere: andiamo avanti noi"

Morganella: "Piazza giusta per il ripartire. Il derby? Sarà una guerra"

L'ultimo a parlare è stato Michel Morganella, il più esperto dei tre con i suoi trent'anni. Per il terzino, dopo la parentesi a Padova nel segmento finale della scorsa stagione, Livorno rappresenta l'occasione per rilanciarsi e tornare ai fasti di un tempo, quando calcava i campi di Serie A con le maglie di Novara e Palermo: "Sono davvero felice di essere qua e di essere stato cercato da questo club - le sue prime parole -. Appena il mio agente mi ha parlato dell'interesse del Livorno, non ci ho pensato due volte. Questa è la piazza giusta per ripartire. Qui ci sono molti ragazzi giovani e io cercherò di dare una mano sia in campo che fuori".

Lo svizzero ha poi proseguito parlando della sua personalità e del suo passato: "Non ho mai avuto comportamenti eccessivi come si dice in giro: andate a chiedere agli allenatori che mi hanno avuto - ha precisato Morganella -. Io sono un tipo che non si tira mai indietro e per questo, nel corso della mia carriera, ho subito alcuni gravi infortuni: ho rischiato anche di perdere la vista da un occhio a causa di una frattura al cranio. Preferisco però mettere la gamba e rischiare piuttosto che tirarmi indietro. Se a volte ho pensato di smettere? Mai: chi molla è un perdente".

Infine, una battuta sul Pisa, che lo avrebbe cercato prima che trovasse l'accordo con il Livorno, e sulla sfida con i nerazzurri nella prossima stagione: "Il mio agente non mi ha mai parlato di un interesse del Pisa, in ogni caso io volevo venire qua a Livorno. Il derby? Sarà una guerra".

Potrebbe interessarti

  • Abiti da sposa: dove poterli acquistare a Livorno

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla e sintomi

  • Spioncino digitale: ecco come funziona

  • Potassio: benefici e in quali alimenti trovarlo

I più letti della settimana

  • Isola d'Elba, gravissimo ragazzo di 16 anni dopo un tuffo: rischia la paralisi

  • Romito, bagnanti allarmati da invasione di meduse. Ma sarebbero ctenofori, innocui per l'uomo

  • Allerta meteo in Toscana prolungata fino a sabato 24 agosto: previste forti piogge

  • Partito democratico Livorno, ecco la nuova squadra: "La città ha fiducia in noi". Tutti i nomi

  • Serie B, Entella-Livorno: le probabili formazioni. Breda: "La squadra è competitiva"

  • Miss Livorno, tutto pronto per il gran finale: appuntamento alla Terrazza Mascagni

Torna su
LivornoToday è in caricamento