Mercoledì, 23 Giugno 2021
Livorno Calcio

Cessione Livorno, Salvetti: "Favilla e Maurya? Sensazioni positive. Ma ora basta incontri esplorativi in Comune"

Il sindaco sulla situazione societaria in casa amaranto: "Il momento dell'accoglienza è finito, a Palazzo civico riceverò solo chi ha in mano qualcosa di concreto. Gli ultimi due imprenditori? Spero in una soluzione positiva"

"Il momento dell'accoglienza è finito: il prossimo che si presenterà dovrà avere in mano il contratto di acquisto del Livorno". Parole chiare e dirette quelle del sindaco di Livorno, Luca Salvetti, che venerdì 5 febbraio, in occasione della presentazione dei nuovi giocatori e della maglia con cui scenderanno in campo gli amaranto contro la Juventus U23, si è soffermato sulle trattative in corso per la vendita della società, sottolineando come il Comune non possa trasformarsi in una sede di "incontri anche gradevoli, ma che non hanno alcuna concretezza e alcun valore reale per risolvere la situazione del Livorno".

Spinelli 4-3-2
(foto d'archivio - screenshot Dazn)

Salvetti: "A Palazzo civico solo con in mano il contratto, stop agli incontri"

Il sindaco, che nei giorni scorsi ha incontrato a Palazzo civico Franco Favilla e l'indiano Yogesh Maurya, imprenditori interessati a rilevare le quote di maggioranza del club, ha quindi fatto il punto della situazione sulle vicende che hanno portato alla decisione di interrompere gli incontri in Municipio. "Da quando sono sindaco - ha dichiarato Salvetti - e da quando il Livorno sta vivendo questa situazione, con l'ex presidente ed attuale socio di minoranza Aldo Spinelli che ha dichiarato di voler uscire di scena, ho incontrato diversi soggetti interessati al Livorno, come Yousif, Brienza, FavillaMaurya. L'ho fatto con lo spirito di presentare la città e le sue potenzialità e le opportunità sportive che potevano esserci con il Livorno calcio. Adesso ritengo che il momento dell'accoglienza sia finito: il prossimo che si presenterà dovrà avere in mano il contratto di acquisto del Livorno. Non mi sembra più il caso di andare oltre, per rispetto della città stessa".

"Su Favilla e Maurya - ha aggiunto - ho avuto sensazioni positive, anche se con caratteristiche diverse di approccio personale, e spero che il prossimo che possa accogliere sia uno di loro due. Ora attendo di capire se possa esserci un'evoluzione vera e propria. Detto questo, d'ora in poi chi vuol venire dal sindaco e presentarsi alla città deve avere qualcosa di concreto in mano".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cessione Livorno, Salvetti: "Favilla e Maurya? Sensazioni positive. Ma ora basta incontri esplorativi in Comune"

LivornoToday è in caricamento