menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos Livorno, Curva Nord all'attacco: "Società in mano a incompetenti squattrinati, Spinelli il responsabile"

Duro comunicato dei supporter, stanchi di assistere ad un continuo teatrino ai vertici del club: "Dirigenza assente, latitante e incompetente. Soltanto speculazioni da parte di loschi faccendieri"

"Non possiamo più tollerare lo scempio perpetrato ai danni della nostra squadra, della tifoseria e della nostra città da parte di una dirigenza assente, latitante e incompetente". È un durissimo attacco quello lanciato dalla Curva Nord Fabio Bettinetti, che, così come il gruppo Lvrn1915, si è scagliata contro la società, colpevole, a loro dire, di una gestione disastrosa accompagnata costantemente dallo spettro del fallimento. I supporter, che fin qui hanno assistito inermi ad una stagione da incubo, con il Livorno sempre più in basso in classifica ed ostaggio di una crisi societaria che sembra non trovare fine, hanno deciso di far sentire la propria voce attraverso un comunicato, il cui bersaglio principale, come già accaduto in passato, è la famiglia Spinelli, rea di aver venduto il club ad "un manipolo di manigoldi squattrinati ed incompetenti".

Curva Nord: "Società in mano a truffatori fraudolenti, soltanto speculazioni sul futuro del Livorno"

"Come tifosi del Livorno calcio e come Curva Nord Fabio Bettinetti - si legge nel comunicato -, non possiamo assistere in silenzio e non possiamo più tollerare lo scempio perpetrato ai danni della nostra squadra, della tifoseria e della nostra città da parte di una dirigenza assente, latitante e incompetente. Siamo ben consapevoli che in un momento delicato come quello attuale le priorità devono essere altre, però, come Curva Nord Fabio Bettinetti, pretendiamo il dovuto rispetto. Siamo stufi di inutili teatrini, dove loschi figuri e faccendieri speculano sul futuro del Livorno calcio, rimpallandosi colpe e responsabilità".

Calciomercato, Di Gennaro all'Alessandria: "Scelta migliore per me, speravo in una storia più lunga"

"Responsabilità - continua il comunicato - che sono da addossare solo ed esclusivamente alla famiglia Spinelli, rea nel corso degli anni di aver spento ogni entusiasmo, di non aver mai investito un centesimo ed in ultimo di aver venduto la società ad un manipolo di manigoldi squattrinati e incompetenti. Il risultato è sotto gli occhi di tutti, squadra ultima in classifica con un organico composto prevalentemente da ragazzi del settore giovanile e senza le dovute coperture finanziarie, con il rischio di fallimento praticamente dietro l'angolo. Non ci incanta neanche il suo ultimo gesto, dettato più per salvaguardare da guai ben maggiori il figlio incompetente che per il bene del Livorno calcio".

"Non potremo mai essere complici di una banda di truffatori fraudolenti - aggiungono i supporter -, che non potranno mai agire nell'interesse del nostro amato Livorno. Non ci spaventa il fallimento, perché i presidenti vanno e vengono ma il Livorno, con i suoi tifosi, resterà e noi rimarremo sempre ad incitarlo ovunque e comunque finché morte non ci separi, perché il Livorno siamo noi e preferiamo una fine spaventosa che uno spavento senza fine".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ctt Nord, "Pensiero di Natale", premiate 120 classi livornesi. Foto

Giardino

Piante d'appartamento antimuffa: come eliminare l'umidità in casa

Attualità

Polizia, il nuovo questore si presenta alla città: "Comprensione e umanità, il territorio non si controlla militarizzandolo"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento