rotate-mobile
Attualità

"Il Covid ha colpito la nostra famiglia, grazie per averci aiutato e protetto". La lettera di un cittadino al medico curante

"È stato l'ombrello sotto al quale ci siamo riparati in piena emergenza", le parole di Geremia Morlè nei confronti del dottor Paolo Lessi

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera a firma di Geremia Morlè per ringraziare, a nome suo e della famiglia, l'operato del dottor Paolo Lessi.

"Sono un paziente, un marito, un genitore, un cittadino, un 'utente', come viene definito chi attinge al servizio pubblico. Spesso le cronache sono piene di episodi apostrofati con titoli che richiamano alla 'malasanità', una piaga da combattere. Ma troppo spesso passano in sordina episodi, soggetti e storie di buona sanità, o meglio di professionalità, senso di appartenenza e umanità che purtroppo oggi non rientrano nella normalità e che sono elementi di eccellenza".

"Quell'eccellenza - prosegue la lettera - che rimane sottotraccia, che non emerge all’opinione pubblica e che spesso si perde nei ricordi e nella normalità del tempo che scorre. Ecco, voglio accendere una luce su un un medico di famiglia, il dottor Paolo Lessi: persona di grande esperienza che ancora riesce ad avere l’entusiasmo di un novizio ma con la concretezza di un veterano. A ridosso delle festività di fine anno il Covid è entrato in maniera dirompente nella nostra famiglia: paure, domande che sperano di avere risposte certe che possano tranquillizzarci ma soprattutto la presenza, il sentirsi protetti e rassicurati da una voce amica, da una parola di conforto".

"Si, questo a volte può bastare perché - si legge -, quando si inizia a chiamare, a cercare qualcuno che possa darci indicazione su come comportarsi in queste situazioni di emergenza, quando non si riesce ad avere risposta, si vivono momenti di grande sconforto. Ricevere una risposta puntuale e non dovuta ti riempie il cuore. Per questo motivo io e la mia famiglia vogliamo dire grazie a Paolo Lessi. Grazie dottore, per essere stato quell’ombrello aperto dove ripararsi e poter riporre le nostre paure e le nostre aspettative. Grazie per la sua semplicità nell’interagire e nel dare risposte a domande spesso scontate ma che, in un momento di difficoltà, sono ancore di salvataggio alle quali attaccarsi per non andare alla deriva a causa delle nostre paure. Grazie dottore per essere medico ed uomo empatico che mostra con un sorriso ed una risata che tutto si può affrontare. Grazie dottor Paolo Lessi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Covid ha colpito la nostra famiglia, grazie per averci aiutato e protetto". La lettera di un cittadino al medico curante

LivornoToday è in caricamento