rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca

Alzheimer, il centro diurno al Palazzo dei Portuali è realtà. Salvetti: "Dimostrata la sensibilità della città". Foto

Il sindaco: "Traguardo raggiunto grazie all'impegno di un privato e a un lavoro di programmazione socio-sanitaria integrata"

Al Palazzo dei Portuali è stato inaugurato, nella mattina di oggi, giovedì 18 novembre, il primo centro diurno per malati di Alzheimer. Il progetto è stato realizzato grazie all'impegno dell'Svs, che gestirà la struttura, con la collaborazione dell'Asl Toscana Nordovest, del Comune di Livorno e il contributo di alcuni importanti partner privati: Rotary Club Livorno, Socrem Livorno, Coopservice, Livorno Donna, Saem Impiantistica, Compagnia Portuale di Livorno, Galleria d'arte Goldoni e Chiesa Valdese..

Livorno, inaugurato il primo centro diurno per malati di Alzheimer

Soddisfatto, e non potrebbe essere diversamente, il sindaco Luca Salvetti: "Il centro nasce grazie alla capacità di un privato di investire, e l'Svs con la presidente Bolognesi lo ha fatto con lungimiranza, ma prima ancora grazie a un lavoro di programmazione socio-sanitaria integrata. Grazie a questa struttura, il numero di posti in centri diurni per persone con Alzheimer su Livorno è più che raddoppiato. Un momento, quello dell'inaugurazione, in cui ricordare come la nostra città abbia una grande sensibilità e una grande forza nell'aiutare tutti e soprattutto le categorie più fragili". 

Livorno, inaugurato il primo centro diurno per malati di Alzheimer

All'inugurazione erano presenti anche il presidente della Toscana, Eugenio Giani, e l'assessore regionale  al Sociale e welfare, Serena Spinelli: "È un tema che ci sta particolarmente a cuore e che coinvolge molte più persone di quanto si possa immaginare. Iniziative come questa sono importanti e vanno valorizzate. Il fatto che Livorno si doti di un Centro diurno in cui possono essere sperimentati approcci non farmacologici all’avanguardia, come la terapia del viaggio, è di straordinaria importanza. Ancora non esistono cure farmacologiche contro l’alzheimer, ma l’attenzione e la presa in carico della persone, oltre ad essere espressione di civiltà, produce anche significativi effetti e miglioramenti sui pazienti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alzheimer, il centro diurno al Palazzo dei Portuali è realtà. Salvetti: "Dimostrata la sensibilità della città". Foto

LivornoToday è in caricamento