Forte odore di gas, allarme in tutta Livorno: decine di segnalazioni ai vigili del fuoco

Dopo quanto accaduto ieri, anche il 18 settembre i cittadini sono preoccupati per il persistere di del cattivo odore

Così come accaduto nel pomeriggio del 17 settembre, anche oggi, 18 settembre, molti cittadini si stanno lamentando a causa di un forte odore di gas presente in moltissime zone della città. Su vari social le segnalazioni arrivano da praticamente tutti i quartieri di Livorno: Colline, Stazione, Fabbricotti, Scopaia solo per citarne alcuni. Per chiedere spiegazioni sul perché di questo continuo odore, il centralino dei vigili del fuoco è stato preso d'assalto. Tuttavia, al momento, né i pompieri, né gli altri enti preposti sono riusciti a venire a capo di questa situazione e stanno proseguendo con le verifiche del caso. 

Forte odore di gas nel pomeriggio del 17 settembre

Un forte odore di gas ha scatenato un vero e proprio allarme in città nel primo pomeriggio di martedì 17 settembre. Decine le segnalazioni sui social e altrettante le chiamate arrivate alla centrale operativa dei vigili del fuoco, così come al centralino Arpat per chiedere spiegazioni. "Non si respira più", si legge su Facebook, dove i cittadini hanno manifestato tutta la loro preoccupazione. Tantissime le zone interessate, principalmente nei quartieri più vicini al mare: da lì, infatti, sembrerebbe provenire il cattivo odore avvertito fino a Salviano, alla Leccia e in tutti i quartieri nord della città. La causa, secondo le prime informazioni raccolte, potrebbe consistere in una nube sprigionata da una nave gasiera in mezzo al mare, anche se dai vigili del fuoco o dal Comune non arrivano conferme ufficiali.

Forte odore di gas in città: vigili del fuoco, Arpat e capitaneria di porto al lavoro per trovare le cause 

"Stanno giungendo varie segnalazioni, da parte di cittadini, riguardanti la presenza di un forte odore di un non meglio identificato gas in tutto il centro della città di Livorno e sul lungomare fino a Quercianella - dicono dal comando di via Campania -. Le squadre dei vigili del fuoco sono impegnate in verifiche sul territorio con la strumentazione in dotazione e la sala operativa 115 ha provveduto ad interessare la capitaneria di porto e l'Arpat (titolata all'effettuazione dei controlli sulla qualità dell'aria). Le aziende che gravitano nella zona portuale e l'Asa (azienda che distribuisce il gas metano) hanno escluso loro coinvolgimenti. Al momento non è stato possibile risalire all'origine del fenomeno".

L'amministrazione comunale: "L'ipotesi è che il cattivo odore provenga dal mare"

Dal Comune intanto fanno sapere che "l'assessore Giovanna Cepparello si è mossa immediatamente contattando i soggetti preposti, a partire da Arpat e dalla sala operativa della Protezione Civile di Firenze". Secondo Palazzo Civico la maleodoranza è stata percepita in tarda mattinata in località Calambrone. Dai rilievi condotti da Arpat nella zona industriale non sono però emerse evidenti emissioni odorigene lato terra e, d'altro canto, Asa ha escluso che si tratti di fughe di gas dalla rete di loro competenza. "Contattata anche la capitaneria di porto, che ad ora ritiene di escludere che gli odori provengano dall'area portuale - dicono ancora dal Comune -. Al momento, quindi rimane ignota l'origine del fenomeno, anche se gli elementi a disposizione fanno ipotizzare che venga dal mare".

Cepparello: "Risposte chiare ai cittadini, anche ai fini della prevenzione"

"Di fronte ad un fenomeno di questa portata - spiega l'assessore all'Ambiente, Giovanna Cepparello - , abbiamo tutti la responsabilità di dare risposte chiare ai cittadini, anche ai fini della prevenzione. Ho riscontrato grande volontà di collaborare da parte di tutti gli enti coinvolti, e in questo senso credo che sarà utile proporre una sorta di coordinamento per affrontare in futuro eventi di questo tipo, che coinvolga tutti gli enti e le autorità preposte". "Spero - conclude Cepparello - che incrociando i dati del vento con la direzione di diffusione della maleodoranza si possa riuscire a capire la circostanza che ha portato la città a vivere questo evento. Per noi è una priorità comprendere quello che è successo e costruire strategie preventive per il futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato topo in una trappola, l'Asl chiude il laboratorio di pasticceria Piccoli Piaceri

  • Renato Zero ringrazia i livornesi: "Dé, mi avete fatto sentire a casa"

  • Trovato in overdose nel bagno di un locale, 30enne salvato dal medico del 118

  • Chiude l'Oviesse alle Fonti del Corallo. Il sindacato: "Lavoratrici ricollocate in altri punti vendita"

  • Terremoto di magnitudo 4,5 in Toscana, la scossa avvertita anche a Livorno

  • Viale del Risorgimento, auto investe madre e figlio: grave 35enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento