menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Livorno si chiude in casa: la città è quasi deserta. Salvetti: "Risposta confortante dei livornesi"

Le foto inusuali di piazze e lungomare con pochissime persone. Il sindaco: "La città ha risposto bene, sia gli anziani che i giovani sono rimasti nelle loro case"

Fa un certo effetto vedere la Terrazza Mascagni, il lungomare e i principali luoghi di aggregazione deserti. Eppure è così che deve essere, ogni giorno, finché l'emergenza legata al Coronavirus non finirà. Anche l'amministrazione, in linea con le indicazioni contenute nei diversi dpcm, via via sempre più restrittivi, era stata chiara: "Restate a casa e limitate al minimo gli spostamenti", aveva detto il sindaco.

Inizialmente, il messaggio non era stato recepito visto che domenica 8 marzo il lungomare era colmo di persone, incuranti di quanto fosse imprudente il loro comportamento. Piano piano poi i cittadini hanno iniziato a prendere coscienza di quanto stia accadendo nel Paese, seguendo sempre di più alla lettera le raccomandazioni del decreto, meglio rassunte dall'hastag #Iorestoacasa. E così a giro è possibile notare solo chi deve andare a lavoro o chi deve fare la spesa, salvo pochissime eccezioni, con le forze dell'ordine pronte a intervenire se qualcuno prova a sgarrare alle deirettive date dal governo. 

Le spiagge di Livorno si svuotano

Coronavirus, Salvetti ai livornesi: "Continuate a stare a casa, orgoglioso di voi"

Come si può vedere dalle foto postate su Facebook dall'amministrazione, Livorno sembra un'altra città. Poche auto in circolazione, ancora meno cittadini in quegli che un tempo erano i luoghi preferiti per incontrarsi: Terrazza Mascagni, lungomare, parchi pubblici, piazza Attias e piazza Cavallotti. E il sindaco, che inizialmente aveva criticato il comportamento dei livornesi, adesso tesse le loro lodi.  

"La città ha risposto bene alle direttive e le persone sono uscite solamente per motivi di lavoro o per comprare beni di prima necessità - ha detto Salvetti -. Anche anziani e giovani sono restati a casa e questo è confortante".Il sindaco ha parlato anche della sicurezza del territorio: "Polizia municipale, protezione civile e le altre forze dell'ordine continueranno a vigilare affinché le misure presenti nel decreto approvato dal Governo vengano rispettate". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento