Coronavirus, Costa Diadema: 164 positivi a test sierologici, allestito l'ospedale da campo al porto di Piombino

Completato il presidio di emergenza, 15 membri dell'equipaggio in attesa dei risultati del tampone

Tre varchi di accesso, due zone riservate alla sosta dei bus autorizzati, un ospedale da campo, una zona per il presidio delle forze dell'ordine e una dedicata alla Port Security, l'agenzia che si occupa di sicurezza in porto per conto dell'Autorità di Sistema Portuale. Ecco come è formata l'area "di emergenza" allestita a Piombino per favorire lo sbarco in piena sicurezza dei 1255 membri dell'equipaggio della nave Costa Diadema ormeggiata, da lunedì 30 marzo, alla banchina Pecoraro. Al momento, 164 di loro sono risultati positivi al test sierologico e 15, che pur avendo pochi sintomi potranno risultare sicuramente positivi al Coronavirus, sono stati sottoposti al tampone di cui si attende l'esito. In caso di positività saranno trasferiti, in accordo con le azioni già intraprese a livello nazionale e regionale per garantire la massima sicurezza del personale all'interno della Costa Diadema, in strutture sanitarie attrezzati a trattare i casi di Covid-19. 

Costa Diadema a Piombino-2

Il sindaco sull'area "di emergenza": "Garanzia per membri dell'equipaggio e cittadini"

La tensostrittura, le cui operazioni di allestimento sono state disposte dalla Centrale Regionale delle Maxiemergenze - Cross (la Centrale remota per le operazioni di soccorso sanitario) e coordinate dai dottori Piero Paolini (Referente Regionale delle maxiemergenze) e dal dottor Matteo Nocci (Responsabile Centrale Operativa Maxiemergenze, Rete Ospedaliera), si articola per circa 600 metri quadrati ed è dotata di numerosi locali. Due sono allestiti come postazioni singole di terapia intensiva in bioisolamento e poi ci sono aree dedicate all'osservazione e alla valutazione dei casi. Il personale presente giorno e notte raggiunge le 8 unità. La struttura, organizzata in moduli, permette di rispettare gli standard di sicurezza del personale sanitario presente e al tempo stesso assicurare il biocontenimento dei pazienti.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Costa Diadema a Piombino, applausi da parte dell'equipaggio

Al porto, nella tarda mattinata del 3 aprile, il sindaco di Piombino Francesco Ferrari ha effettuato un sopralluogo: "Quest'area rappresenta un'ulteriore garanzia sia per la salute dei membri dell'equipaggio che per i cittadini di Piombino. In caso di peggioramento dello stato di salute, chi è a bordo della nave potrà essere stabilizzato e trasferito in uno degli ospedali della rete Covid".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estate 2020, slittano le riaperture dei bagni: "Troppe incognite, poco tempo per organizzarsi". A rischio la stagione ai Fiume

  • Baracchina Rossa multata, lo sfogo del titolare e le scuse dal sindaco: "Siamo esasperati". Salvetti: "Non lucreremo sui livornesi"

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Truffe internazionali nella vendita delle case, 28 i casi a Livorno: quattro arresti, sequestrate villa e auto di lusso

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

Torna su
LivornoToday è in caricamento