rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca Collesalvetti

Tragedia nel cantiere Esselunga di Firenze: morti tre operai, due dispersi sotto le macerie. Tra le vittime un 59enne residente a Collesalvetti

Proclamato il lutto cittadino e regionale dopo il gravissimo incidente nel quale hanno perso la vita tre lavoratori. Identificata la prima vittima

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI LIVORNOTODAY

È di tre morti, due dispersi e tre lavoratori estratti vivi dalle macerie (si tratterebbe di tre rumeni tra i 37 e i 51 anni) il tragico bilancio del crollo di un solaio in un cantiere Esselunga in via Mariti a Rifredi (Firenze), avvenuto intorno alle 8.45 di questa mattina, venerdì 16 febbraio. Stando a quanto si apprende, la prima vittima identificata sarebbe Luigi Coclite, un 59enne originario di Teramo residente in provincia di Livorno, a Collesalvetti

Chi era Luigi Coclite, l'operaio residente a Collesalvetti morto a 59 anni nel cantiere Esselunga 

"Con profondo dolore, esprimo le condoglianze a nome di tutta la Toscana alle famiglie delle vittime dell'incidente nel cantiere in Toscana - le parole del presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani -. Ho proclamato il lutto regionale per la giornata di domani, sabato 17 febbraio, per stringerci tutti al dolore delle famiglie. Un sincero ringraziamento alle forze dell'ordine e a tutti i soccorritori per il loro straordinario impegno". 

La dinamica dell'incidente

Secondo quanto ricostruito, sarebbe crollato un grosso pilone di cemento, che a catena avrebbe causato altri crolli, anche di un solaio, tutto materiale che sarebbe caduto sugli operai. Qui sotto la foto della grossa colonna crollata.

incidente lavoro esselunga operai morti trave crollata

Il sindaco Dario Nardella, nel frattempo, ha comunicato il rientro anticipato da Israele e Palestina, dove si trova in visita istituzionale, e ha già annunciato il lutto cittadino. I sindacati, ancora una volta, mettono sotto accusa il sistema di sub appalti. Annullati, in segno di lutto, tutti gli eventi pubblici del week end e indette subito due ore di sciopero in tutta la Toscana e un presidio di fronte alla prefettura per le 17: "Qualcosa di una gravità inaudita. Le persone vanno a lavorare per poter vivere, non per morire", le parole del segretario regionale della Fiom Cgil Daniele Calosi. 

Segui gli aggiornamenti su FirenzeToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia nel cantiere Esselunga di Firenze: morti tre operai, due dispersi sotto le macerie. Tra le vittime un 59enne residente a Collesalvetti

LivornoToday è in caricamento