Musei gratis, boom di visite

Grandissimo successo per l'iniziativa promossa per il 3 febbraio. Quasi 1300 persone hanno ammirato le bellezze del museo della città, del Fattori e dei Granai

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Quasi 1300 persone hanno deciso, il 3 febbraio, di trascorrere la domenica tra il museo Giovanni Fattori e il museo della Città-Luogo Pio Arte Contemporanea, approfittando dell'ingresso gratuito previsto per la prima domenica del mese ma anche cogliendo l'occasione dei laboratori e visite guidate proposte dalle cooperative Agave e Itinera. Quasi 300 persone hanno varcato la soglia di Villa Mimbelli, dove si poteva partecipare da un lato ai percorsi guidati ai ritratti femminili, dall'altro agli approfondimenti per il Giorno della Memoria, focalizzati su Ulvi Liegi. Ai Granai di Villa Mimbelli 204 visitatori hanno ammirato le opere della fotografa palermitana Letizia Battaglia. Oltre 700 i visitatori al museo della Città, spinti anche dalla curiosità di vedere il manoscritto originale del diario di Frida Misul, cantante livornese sopravvissuta ad Auschwitz. Nella chiesa sconsacrata del Luogo Pio infine un nutrito gruppo di bambini ha giocato con l'arte contemporanea guidato dalle operatrici dei servizi educativi museali. 

Torna su
LivornoToday è in caricamento