rotate-mobile
Cronaca

"Stop al degrado nel nostro ospedale", il sindacato Usb in presidio per gridare "basta ad appalti e subappalti"

Appuntamento lunedì 27 giugno alle 10 in viale Alfieri, alla manifestazione hanno aderito anche i rappresentanti del coordinamento per la tutela del parco Pertini/Parterre. Presente anche il responsabile regionale di Usb Sanità

"Basta ad appalti e subappalti, stop al degrado e all'incuria". Il sindacato Usb di Livorno oggi lunedì 27 giugno a partire dalle 10 sarà in presidio di fronte all'ingresso dell'ospedale di Livorno per gridare forte e chiaro il proprio dissenso contro un sistema che gli stessi rappresentanti denunciano da settimane. Prima il caso delle lavoratrici licenziate il 1 maggio, operative per una ditta nell'ambito delle pulizie, poi la questione - parzialmente risolta - degli spogliatoi e dei locali adibiti a magazzini. "Come è possibile - spiegano dal sindacato - pretendere che un servizio sia svolto bene se l'organizzazione del lavoro prevede tre soggetti che devono 'guadagnare' contemporaneamente dal medesimo servizio? Per i lavoratori, per la sicurezza e per la qualità dei prodotti rimangono solo le briciole e i risultati purtroppo sono sotto gli occhi di tutti. Tutto ciò - aggiungono - mentre aumentano i casi di ospiti e pazienti che contraggono malattie e infezioni all'interno delle mura dell'ospedale".

Ospedale, Usb: "Spogliatoi e magazzini degli addetti alle pulizie in condizioni vergognose ". Foto

Rispetto alla situazione degli spogliatoi e dei locali adibiti a magazzini il sindacato dopo l'intervento di Asl ha spiegato che "non basta metterci una pezza, questo è un sistema che va modificato alla radice. A maggior ragione - hanno aggiunto - in questa fase in cui ci vorrebbero raccontare che la soluzione di tutti i mali passa dalla costruzione di un nuovo ospedale". Le richieste del sindacato sono chiare: "interrompere il sistema di appalti e subappalti". "Chiediamo anche che siano messi in campo investimenti veri sulla manutenzione dei locali, nelle assunzioni anche e soprattutto tra il personale Asl e nel servizio di pulizie. Chiediamo che la società in subappalto Brio Group sia immediatamente allontanata, che le lavoratrici licenziate in maniera illegittima siano reintegrate e che vengano interrotti trasferimenti 'punitivi'". Oltre alla manifestazione di oggi il sindacato parteciperà anche il giorno 29 giugno alla campagna nazionale di Usb Sanità di fronte alla Regione Toscana. Alla protesta di oggi, oltre ad essere presente il responsabile regionale Usb Sanità hanno aderito anche i rappresentanti del coordinamento per la tutela del parco Pertini/Parterre

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stop al degrado nel nostro ospedale", il sindacato Usb in presidio per gridare "basta ad appalti e subappalti"

LivornoToday è in caricamento