Cronaca Venezia / Scali del Pontino

Antonio Brugnoli, l'ex tipografo "street artist" a 75 anni: "Disegno per riempire gli spazi vuoti in questo periodo difficile"

Il tratto distino di una matita nera sui cartelloni pubblicitari senza affissioni: "Non lo so se mi si può definire artista, lo faccio senza sporcare o recare danno in un momento particolare"

Una matita nera in mano, un tratto sottile, lo sguardo rivolto verso il Pontino e i suoi palazzi e, come tela, un cartellone pubblicitario vuoto sugli scali, a pochi passi dall'ex edicola. Sfida il freddo e il vento che si sono abbattuti sulla città, è riparato dalla Fortezza Nuova e la sua opera di street art prende forma. Antonio Brugnoli, 75 anni e ora pensionato, scambia qualche parola con le persone che passano mentre lo guardano tratteggiare gli stabili, dare forma a un furgone che si trova fermo in strada e agli alberi poco distanti. "Non lo so se mi si può definire artista - racconta Antonio quando lo avviciniamo -, ma ho fatto quei disegni per riempire degli spazi lasciati vuoti, dove non c'è pubblicità".

street art pontino4-2

"Ho lavorato per 17 anni al giornale Il Tirreno come tipografo - dice - poi ho aperto un negozio di fotografia e sono andato avanti fino all'avvento del digitale. Arrivato quello ho smesso, la fotografia fatta in quel modo non la sentivo più parte di me. Ho preso una matita nera e con quella ho fatto alcuni disegni, tra cui due sul Pontino vicino ai giardinetti e uno alla Rotonda d'Ardenza. Come me ci sono altre persone che lo fanno, spinte dalla voglia di dare qualcosa in questo momento difficile dove tutto è più complicato. In questo periodo di pandemia c'è chi porta il teatro in strada, chi canta dai balconi, io ho deciso di disegnare".

street art pontino1-2

Di solito si pensa agli street artist come persone giovani, ragazzi o poco più. E poi c'è Antonio, che con i suoi 75 anni ha deciso di lasciare la propria impronta in giro per la città. "Lo faccio senza arrecare nessun danno o sporcare - conclude Antonio-, in molti si fermano a guardare i disegni mentre sono in fase di realizzazione e questo mi fa piacere".

Ripone la matita e subito si avvicinano i primi curiosi, lavoratori in pausa caffé e due anziani che si fermano a commentare: "Bello, ci piace l'idea di riempire uno spazio vuoto - dicono tra loro -, speriamo che anche in futuro gli spazi lasciati vuoti siano messi a disposizione di persone che hanno queste idee e questa sensibilità". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Brugnoli, l'ex tipografo "street artist" a 75 anni: "Disegno per riempire gli spazi vuoti in questo periodo difficile"

LivornoToday è in caricamento