rotate-mobile
Cronaca Portoferraio

Carenza di medici all'Elba, torna il progetto speciale della Regione: offerti vitto, alloggio e 2mila euro settimanali

La giunta regionale ripropone 'Anch'io all'Elba', nel 2023 aderirono 127 medici

Richiamare a lavorare all'Elba medici che già lavorano nel sistema sanitario regionale. È il progetto speciale 'Anch'io all'Elba', che la giunta Giani ripropone per il 2024 in attesa che si svolgano i concorsi sperimentali dedicati ai giovani medici che saranno pubblicati nelle prossime settimane e banditi per soddisfare le esigenze di organico: concorsi unici nel loro genere, con indennità economiche e percorsi di carriera e formazione strutturati.

Il progetto speciale, rifinanziato quest'anno dopo la sperimentazione dell'anno scorso, si struttura in un avviso, esteso a tutti i medici del servizio sanitario toscano, interessati a lavorare da una fino ad un massimo di cinque settimane l'anno non consecutive nel presidio ospedaliero dell'isola: in cambio avranno il rimborso di vitto ed alloggio, come fossero in missione, e duemila euro lordi settimanali di indennità per l'adesione al progetto.

Il governatore Giani: "Siamo al lavoro per trovare soluzioni alla carenza di medici nelle zone periferiche e disagiate"

I medici che aderiranno lavoreranno 38 ore a settimana, mentre alle aziende di provenienza sarà garantito un ristoro economico per la produttività aggiuntiva (l'equivalente degli straordinari di altri contratti) affinché nessun servizio rimanga sguarnito. Nel 2023 sono stati 127 i medici che hanno aderito. All'Asl Toscana Nord Ovest saranno così destinati per il 2024 due milioni e 250 mila euro, sufficienti per finanziare il bonus settimanale di diciotto medici dirigenti: delle risorse stanziate 450 mila euro sono il contributo che sarà girato alle aziende ed enti aderenti al progetto, le quali destinando parte del proprio personale all'Elba dovranno assumersi l'onere di compensare l'assenza nella sede di provenienza. Per candidarsi i medici devono avere un'anzianità di servizio di almeno cinque anni e non essere part-time.

"Siamo al lavoro per trovare soluzioni alla carenza di medici nelle zone periferiche e disagiate, come il concorso che uscirà a breve: una sperimentazione che coinvolgerà non solo l'Elba ma altri territori periferici che vogliamo trasformare in luoghi di formazione e valorizzazione della carriera dei giovani medici" commentano il presidente della Toscana Eugenio Giani e l'assessore al diritto alla salute Simone Bezzini. "Nell'attesa – aggiungono – diamo continuità al progetto speciale che l'anno scorso ha ben funzionato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di medici all'Elba, torna il progetto speciale della Regione: offerti vitto, alloggio e 2mila euro settimanali

LivornoToday è in caricamento