Pagamento Imu, la Lega chiede il posticipo dell'acconto: "Salvetti lo sospenda fino a settembre"

La proposta del Carroccio: "Nessun contributo dal governo, sindaco e giunta si attivino per aiutare le imprese"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato dei consiglieri della Lega Gianluca Di Liberti, Costanza Vaccaro e Alessandro Perini in merito alla scadenza dei pagamenti Imu

Nelle ultime settimane, il consiglio comunale di Livorno, grazie anche al contributo fattivo della Lega, ha proceduto alla votazione unanime di un atto per provare a dare aiuti economici e fiscali ai nostri concittadini in estrema difficoltà anche a causa dell'emergenza Coronavirus. 
Il 16 giugno 2020 si avvicina e la scadenza dell'acconto Imu da pagare, si prospetta come l'ennesima scure che pende sulle imprese che hanno riaperto da poco e che in questi mesi, per la maggior parte, non hanno ricevuto alcun contributo o finanziamento come illusoriamente promesso da un Governo nazionale che ogni giorno di più, dimostra la propria inadeguatezza. In una nota recente, alcuni deputati della Lega, membri della Commissione Finanze chiariscono che "con la risoluzione Mef datata 8 giugno, il Dipartimento Finanze ha chiarito che l'ente locale stesso può stabilire se e come far slittare la data ultima per il versamento" e che da questo punto di vista "alcuni Comuni, per la quota Imu di loro spettanza, hanno gia' provveduto autonomamente a far posticipare il termine del 16 giugno 2020, cosa che invece non ha fatto lo Stato per la quota ad esso riservata". Alla luce di questa possibilità e stante la solidità del bilancio comunale di Livorno, chiediamo pertanto che anche il sindaco Salvetti e la sua giunta si attivino per posticipare al 30 settembre la scadenza del pagamento IMU per la quota comunale di propria spettanza, in modo che le imprese livornesi che hanno appena riaperto dopo una lunga chiusura, abbiamo almeno 4 mesi di tempo per accantonare la cifra necessaria. La Lega ha proposto a livello nazionale la sua proposta, sarebbe stato sufficiente utilizzare Cassa Depositi e Prestiti per un'anticipazione di cassa per tre mesi, cosi' da permettere a tutti i Comuni di spostare la scadenza del 16 giugno prossimo per il pagamento dell'Imu.
 

Torna su
LivornoToday è in caricamento