Cronaca

Polizia municipale, Uil-Fpl contro i concorsi semplificati: "Senza prove fisiche, meno sicurezza per agenti e cittadini"

Il sindacato contro il "concorsone" per l'assunzione che prevede soltanto quiz a risposta multipla: "Indispensabile l'idoneità fisica per certi servizi"

Le segreterie Uil-Fpl aziendale e provinciale hanno proclamato lo stato di agitazione degli agenti della Polizia locale del Comune di Livorno. "La motivazione - come si legge nella nota del sindacato - è riconducibile al fatto che l'amministrazione intende bandire concorsi entro il 31 luglio per poter usufruire, come da Decreto Legge, delle forme concorsuali semplificate. Il 'concorsone' riguarderà anche la Polizia locale, quindi da questi bandi scaturiranno i concorsi dalle cui graduatorie saranno assunti i nuovi agenti: purtroppo, però, si vorrebbero prevedere solo quiz a risposta multipla cioè le famose crocette".

A preoccupare il sindacato è dunque l'assenza delle prove di idoneità fisiche, ritenute indispensabile per la formazione degli agenti e per la sicurezza degli stessi, oltre che quella dei cittadini: "È impensabile che non siano inserite le prove fisiche in questo bando - dicono anora da Uil-Fpl -: l'idoneità fisica per un agente di Polizia locale è di fondamentale importanza per la sua sicurezza, ma anche per quella dei colleghi che lavorano con lui fianco a fianco ed anche e soprattutto per i cittadini".

Le sgreterie Uil-Fpl attaccano quindi la "poco lungimiranza delle amministrazioni che si sono succedute e che ben poco hanno investito in questo settore, lasciando che invecchiasse e che la pianta organica si assottigliasse sempre di più, arrivando al punto che i carichi di lavoro diventassero molto pesanti, anche rispetto a tutti i servizi che sono richiesti al Corpo come l'ordine pubblico e alle azioni sempre più frequenti in collaborazione con le altre forze di Polizia". "La ragione che ci ha portato a questa vertenza - spiegano - è rivendicare un principio importante che è quello della sicurezza dei lavoratori e della città che deve essere garantita. I lavoratori della Polizia locale hanno sostenuto questo principio nelle assemblee votando le prossime azioni di lotta da intraprendere, se non ci saranno ripensamenti da parte del sindaco Salvetti e della sua giunta".

"Auspichiamo che si comprenda il senso alto della professione di agente di Polizia locale - conlude la nota Uil-Fpl -, che non può essere selezionato solo attraverso le crocette: è una funzione complessa e sta diventando sempre più sottoposta a pericoli oggettivi, per questo la sicurezza è fondamentale e l'idoneità fisica per determinati servizi è imprescindibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia municipale, Uil-Fpl contro i concorsi semplificati: "Senza prove fisiche, meno sicurezza per agenti e cittadini"

LivornoToday è in caricamento