rotate-mobile
Cronaca Repubblica

Pentagono del Buontalenti: due stranieri espulsi, un denunciato e un arresto

Non si fermano i controlli della polizia nella zona dove un mese fa si scatenò una violenta guerriglia

Proseguono sensa sosta i controlli della polizia nel quadrilatero del Buontalenti dove un mese fa si scatenò una violenta guerriglia con spade, pistole e coltelli. Ieri la squadra delle volanti, diretta dal vicequestore aggiunto Claudio Cappelli, ha identificato in totale 37 persone e al termine degli accertamenti due stranieri pluripregiudicati sono stati messi a disposizione dell'ufficio immigrazione per l'espulsione dal territorio nazionale, un cittadino di origine albanese è stato denunciato per possesso ingiustificato di oggetti atti a offendere e un 34enne marocchino è stato arrestato e condotto alle sughere. Quest'ultimo era stato condannato in via definitiva dalla procura di Firenze per reati inerenti gli stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale commessi tra il 2014, 2015 e 2019.  

Via Buontalenti, scoperti affitti in nero dalla guardia di finanza

L'uomo non ha mai avuto una dimora fissa ed ha sempre vissuto di espedienti e di attività illecite, rifiutandosi di sottoporsi a qualsiasi trattamento terapeutico. Gli investigatori della squadra mobile lo hanno rintracciato in un appartamento di via Garibaldi e condotto alle Sughere. 

Via Buontalenti, trovate armi e droga negli appartamenti

Ieri pomeriggio, giovedì 8 ottobre, un cittadino di origine albanese è stato accompagnato alla frontiera per la sua espulsione dall'Italia dopo otto anni di reclusione nel carcere di Porto Azzurro. L'uomo infatti è stato ritenuto pericoloso per l'ordine e la sicurezza dello Stato, in virtù delle gravi condanne a suo carico per violenza, estorsione, reati contro la persona e il patrimonio, nonchè in materia di stupefacenti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pentagono del Buontalenti: due stranieri espulsi, un denunciato e un arresto

LivornoToday è in caricamento