Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Sanità, la proposta della Cgil: "Un centro di riabilitazione psicomotoria all'ex Asl di Monterotondo"

Monica Cavallini, vice segretaria del sindacato: "La struttura potrebbe servire anche in relazione al previsto incremento della domanda di posti letto nel reparto cure intermedie dell'ospedale"

Trasformare villa Rodocanacchi (foto Etienne per Wikipedia - licenza CC BY-SA 3.0), ex sede della direzione dell'Asl, in un centro di riabilitazione psicomotoria. Questa la proposta lanciata dalla Cgil tramite la vice segretaria generale Monica Cavallini: "Il progetto potrebbe fornire risposte sia in ambito strettamente ortopedico che di sostegno alle disabilità - le parole della sindacalista -. L'immobile, inoltre, potrebbe essere usato in relazione alla riabilitazione post-Covid ma anche in relazione al previsto incremento della domanda di posti letto nel reparto cure intermedie dell'ospedale di Livorno".  

"Il poter disporre di una struttura polivalente - continua Cavallini - rappresenterebbe un grandissimo significato per la nostra città. Prendiamo esempio da quanto accaduto nell'Asl centro: grazie a un importante investimento su Villa Margherita è stato creato un centro regionale odontoiatrico pubblico che offre prestazioni di alto livello, addirittura prevedendo esenzioni di pagamento per fasce di reddito inferiori agli 8mila euro. Sulla base di questo esempio invitiamo pertanto Asl, Regione e Comune di Livorno a valutare la possibilità di mettere in campo la fattibilità di un percorso che veda rinascere Villa Rodocanacchi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, la proposta della Cgil: "Un centro di riabilitazione psicomotoria all'ex Asl di Monterotondo"

LivornoToday è in caricamento