Attacchi a Raspanti, la maggioranza: "Politica violenta e diffamatoria, il Consiglio ne prenda le distanze"

Appello di Pd, Futuro, Casa Livorno e Mdp dopo la campagna contro l'assessore al sociale: "Lo scontro politico può essere anche acceso, ma sempre nel rispetto. No a questi metodi violenti"

Che il suo fosse uno degli assessorati più delicati lo sapeva benissimo Andrea Raspanti quando accettò l'incarico nella giunta Salvetti. E tale si è rivelato non soltanto per le urgenti questioni che riguardano il sociale, ma anche per i continui attacchi subiti dalle opposizioni di centrodestra che non mancano occasione per contestare le politiche portate avanti dal fondatore di Futuro, la lista civica che si è è presentata unita a Pd, Mdp e Casa Livorno alle elezioni comunali di maggio-giugno 2019. Tutto legittimo, per carità, almeno fino a quando non si è oltrepassato il limite del civile scontro politico, "degenerato in una campagna diffamatoria portata avanti dalla Lega" denunciata dallo stesso assessore che, nel frattempo, ha ricevuto la solidarietà delle forze di maggioranza e di parte delle opposizioni.

raspanti-2"Le forze politiche si distanzino dalla campagna diffamatoria contro Raspanti"

Adesso, però, segretari e gruppi consiliari di Mdp, Pd, Futuro e Casa Livorno chiedono di più, ovvero che si prenda formalmente le distanze da quegli attacchi. "Nei giorni scorsi - scrivono - Andrea Raspanti è stato duramente attaccato attraverso una campagna diffamatoria sui social. È stato fatto riferimento a una raccolta firme per chiederne le dimissioni, attraverso una petizione online collegata a un sito internet, che si è rivelato estraneo alle vicende politiche locali e che, interpellato, ha preso le distanze da tale iniziativa (vedi foto)".

"Come se non bastasse - continuano dalla maggioranza -, si è manipolato l'articolo di un quotidiano online (proprio LivornoToday, come si può vedere dal post sotto, ndr), inserendo la foto dello stesso Raspanti, con il risultato di snaturare la notizia originale. Chiaramente questi post sono stati prontamente cancellati e pertanto non è possibile individuarne la matrice. Che dimostrazione di coraggio!". Post dal quale, ovviamente, abbiamo preso subito le distanze anche noi di LivornoToday, contattando l'assessore e diffidando chiunque faccia uso improprio dei nostri contenuti.

"Metodo violento di fare politica"

"Da parte nostra non possiamo accettare un utilizzo improprio dei social teso ad alterare la realtà ed a personalizzare lo scontro politico - proseguono dalla maggioranza -. Il confronto politico, anche quello più aspro, deve avvenire nel rispetto e nel reciproco riconoscimento tra le forze politiche che si riconoscono nella Costituzione. È nostro auspicio che tutte le forze politiche, presenti nel consiglio comunale e non, prendano pubblicamente le distanze da questo metodo 'violento' di fare politica". "Peraltro - concludono - confermiamo tutta la nostra fiducia all'assessore Raspanti, il quale, con intelligenza ed impegno, sta attuando il programma elettorale della coalizione di centrosinistra che sostiene il sindaco Luca Salvetti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, due morti e 10 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di domenica 22 marzo

  • Coronavirus: un morto e 10 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 184 in Toscana. Il bollettino di lunedì 23 marzo

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus: nono decesso e 22 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 238 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 marzo

Torna su
LivornoToday è in caricamento