rotate-mobile
Calcio

Livorno, una gara a porte chiuse dopo i fatti di Pomezia: la decisione del giudice sportivo

I sostenitori amaranto, secondo quanto riporta il comunicato ufficiale, avrebbero lanciato un fumogeno nel settore dei tifosi di casa e danneggiato i servizi igienici. Stessa sanzione per il club rossoblù

Una gara a porte chiuse e 2.500 euro di multa. Questa la sanzione inflitta dal giudice sportivo all'Us Livorno in seguito a quanto accaduto domenica 19 giugno a Pomezia in occasione del ritorno della finale playoff di Eccellenza, gara poi terminata con la vittoria dei padroni di casa ai calci di rigore (2-1, così come all'andata, il risultato al termine di tempi regolamentari e supplementari). Il provvidimento, come si legge nel comunicato, è arrivato in quanto i sostenitori amaranto avrebbero "lanciato sul campo nel corso del primo tempo bottigliette d'acqua semipiene ed altri oggi non identificati (accendini, accessorri dei servizi igienici, ecc.) costringendo il direttore di gara a sospendere il gioco per circa dieci minuti, introdotto ed utilizzato un materiale pirotecnico (un fumogeno) che veniva lanciato nel settore riservato ai sostenitori avversari e danneggiato e divelto alcuni elementi dei servizi igienici ubicati nel settore ospite, causandone l'allagamento".

Livorno sconfitto a Pomezia, addio alla D. Esplode la rabbia dei tifosi contro i giocatori: "Indegni, via le maglie". Video

Analoga sanzione è scattata anche nei confronti del Pomezia, i cui tifosi, così come quelli amaranto. avrebbero aver lanciato sul campo bottigliette d'acqua ed altri oggetti non identificati causando la sospensione del match nel corso del primo tempo, introdotto ed utilizzato quindici fumogeni oltre ad aver "lanciato nel settore occupato dalla tifoseria avversaria un fumogeno ricevuto in precedenza" e "fatto indebito accesso al terreno di gioco, ove rivolgevano espressioni minacciose all'indirizzo di un A.A. e dei commissari di campo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno, una gara a porte chiuse dopo i fatti di Pomezia: la decisione del giudice sportivo

LivornoToday è in caricamento