Cronaca

Allarme tifone Khanun in Corea, il governo ferma il raduno mondiale scout: "I ragazzi livornesi sono stati trasferiti e stanno bene"

Nel gruppo anche cinque giovani della sezione Cngei che sono partiti nei giorni scorsi alla volta di SaeManGeum luogo dove si stava svolgendo il Jemboree

"I ragazzi stanno bene e continuano a vivere lo spirito del Jemboree". Cambia il programma della 25esima edizione del World Scout Jemboree, il raduno mondiale degli scout che ogni quattro anni riunisce migliaia e migliaia di giovani da tutto il mondo. Quest'anno la sede designata era la località costiera di SaeManGeum, in Corea del Sud, ma le severe condizioni climatiche hanno indotto il governo locale a varare un repentino cambio di programma e a interrompere in anticipo il festival.

Prima infatti il caldo e le temperature altissime, fattore che ha costretto la delegazione inglese prima a lasciare anzitempo la Corea, poi l'allerta per il tifone Khanun, con raffiche di vento oltre i 200 chilometri orari, situazione che di fatto ha costretto i ragazzi a trasferirsi a Incheon, nel nord del paese e più vicino a Seul. Nel contingente italiano, composto complessivamente da circa 1.200 giovani, anche diversi ragazzi livornesi, cinque dei quali appartenenti alla sezione Cngei. 

L'evacuazione ha preso il via nella giornata di martedì 8 agosto - in Corea sono 7 ore avanti rispetto all'Italia - ed è di fatto in fase di conclusione. "Organizzata in maniera eccellente - fanno sapere i responsabili della sezione Cngei di Livorno tramite il presidente Luca Mediatore -, i ragazzi stanno bene e porteranno avanti la loro esperienza fino al giorno 12 quando è previsto il rientro in Italia". Un grande evento mondiale, quello del World Scout, che si ripeterà in Polonia tra non meno di 4 anni.

Da Livorno il contatto con i ragazzi è costante, e nonostante il dispiacere per il cambio di programma improvviso e necessario gli scout del Cngei "sono sereni e tranquilli", spiegano dalla sezione. Le operazioni di evacuazione si sono svolte anche sotto il controllo della Farnesina e dell'ambasciata italiana a Seul. Una missione, dunque, che ha visto trasferire dal luogo dove è prevista la tempesta, in arrivo tra mercoledì 9 e giovedì 10 agosto, migliaia di ragazzi provenienti da 158 paesi diversi. Il contingente italiano dalle tende passa dunque all'albergo, e vivrà la seconda parte di quest'esperienza nei locali del campus universitario di Incheon. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme tifone Khanun in Corea, il governo ferma il raduno mondiale scout: "I ragazzi livornesi sono stati trasferiti e stanno bene"
LivornoToday è in caricamento