rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca

Espongono in salotto un'antichissima anfora romana: marito e moglie denunciati

Il prezioso oggetto, sequestrato dalla finanza, risale al I secolo avanti Cristo.

Marito e moglie residenti a Livorno sono stati denunciati dalla guardia di finanza di Livorno per  impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato e violazione in materia di ricerche archeologiche. Durante un'attività investigativa, le fiamme gialle hanno scoperto che la coppia esponeva in salotto un'anfora romana risalente al periodo compreso tra il secondo ed il primo secolo a.C. e proveniente dai fondali marini.

L'anfora sequestrata

L'anfora, di tipo "Dressel 1B", era una di quelle utilizzate usualmente per il trasporto via mare del vino lungo le fiorenti rotte commerciali del "Mare Nostrum", presumibilmente lungo la tratta che collegava gli antichi vigneti dell'Etruria al porto romano di Massilia (odierna Marsiglia), per essere successivamente venduta in qualche località della Gallia (odierna Francia).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espongono in salotto un'antichissima anfora romana: marito e moglie denunciati

LivornoToday è in caricamento