rotate-mobile
Cronaca La Leccia / Via del Vecchio Lazzeretto

Contagi in costante aumento, il The Cage annulla le serate fino al 31 gennaio: "Torneremo più forti di prima"

La scelta di responsabilità in vista della pubblicazione dell'ultimo decreto per contrastare la diffusione del Covid

Non ha aspettato neppure l'entrata in vigore dell'ultimo decreto della presidenza del Consiglio dei ministri con le nuove restrizioni per contrastare la diffusione del Covid. E, dopo aver annullato di propria iniziativa gli eventi Scool party del 22 e 23 dicembre riservate ai giovanissimi, il The Cage ha deciso di prendersi una pausa, cancellando tutte le serate in programma al teatrino di via del Vecchio lazzeretto fino al 31 gennaio. Il motivo: il preoccuopante aumento dei contagi e la volontà di trascorrere un sereno Natale. 

La decisione anticipa appunto quella del governo che nell'ultimo decreto prevede lo stop a feste, eventi e concerti, situazioni che implicano il rischio di assembramenti all'aperto. Fino a fine gennaio, quando il decreto sarà publicato in gazzetta uficiale, saranno dunque chiuse le sale da ballo, discoteche e locali assimilati dove si svolgono eventi, concerti e feste. "Chiudiamo il nostro amato Teatrino fino al 31 gennaio (minimo) in attesa di capire quando potremo realmente riaprire - hanno scritto su Facebook i responsabili dell'associazione, Toto Barbato e Domenico Rosa -, lo chiudiamo già da stasera, la sera della vigilia, nonostante ancora il decreto del governo non sia stato pubblicato in gazzetta ufficiale (e al momento nessuno sa quando sarà pubblicato)". 

Per realtà come quelle del The Cage negli ultimi mesi è stato un continuo mutare di disposizioni. "Non barattiamo - hanno aggiunto quindi gli organizzatori - la nostra dignità di lavoratori, e di esseri umani, per poter sfruttare qualche cavillo burocratico che ci permetta di aprire per le ultime due serate. Siamo sotto pressione da quasi due anni, lo siamo noi e le nostre famiglie, quindi abbiamo deciso, per noi e per loro, che questo Natale lo vogliamo passare più serenamente possibile, come se fossimo anche noi lavoratori di serie A e non lavoratori di serie C. Vi promettiamo che torneremo più forti di prima - hanno concluso -, è una promessa per tutti quelli che ci vogliono bene ma anche per tutti quelli che vorrebbero Livorno una città dormitorio. Torneremo e sarà festa".

Rimborsati i biglietti già acquistati per i concerti in programma

Tutti i biglietti acquistati per i concerti di Bobo Rondelli e SuRealistas, Vietnow e Tonino Carotone saranno rimborsati. Per quanto riguarda le prevendite acquistate sul circuito Dice è già partito automaticamente il rimborso, per quanto riguarda invece le prevendite acquistate sul circuito Vivaticket  arriveranno a breve comunicazioni sulle modalità di rimborso dei biglietti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi in costante aumento, il The Cage annulla le serate fino al 31 gennaio: "Torneremo più forti di prima"

LivornoToday è in caricamento