Coronavirus Piombino, passeggia in strada ignorando i divieti e viene sorpreso con la droga: arrestato insieme al complice

Nelle abitazioni dei malviventi sono stati rinvenuti panetti di hashish, contanti, un machete e tutto il materiale per il confezionamento di stupefacenti

Due cittadini di Piombino, di 42 e 38 anni, sono stati arrestati, in flagranza dalla polizia, per detenzione ai fini di spaccio e denunciati per inosservanza del decreto sull'emergenza Coronavirus. Erano circa le 16 di ieri, giovedì 19 marzo, quando gli agenti hanno fermato e identificato il 38enne poiché stava passeggiando in strada con in mano un sacchetto sospetto. Poco prima l'uomo era stavo visto entrare e uscire, senza un apparente valido motivo, dall'appartamento del complice. Il malvivente ha provato a giustificare la sua uscita dicendo che stava andando a buttare la spazzatura, ma i poliziotti non hanno creduto alla sua versione poiché si trovava molto distante dal luogo di residenza. Il successivo controllo del sacchetto ha portato alla scoperta di alcuni involucri usati per il confezionamento di "panetti" di hashish, con cellophane e nastro da pacchi, che emanavano un forte odore della sostanza stupefacente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, dichiarano di andare a correre ma vengono sorpresi a prendere il sole

A quel punto la polizia ha deciso di effettuare un controllo più approfondito nelle abitazioni dei due uomini. Gli agenti, nel garage del 38enne, hanno rinvenuto 1,4 kg di hashish diviso in 14 panetti e 250 grammi di infiorescenze essiccate di sostanza vegetale mentre nell'appartamento sono stati scoperti un machete con lama e punta affilate detenuto illegalmente e tutto il materiale (bilancino di precisione e altro) necessario per il confezionamento di dosi di stupefacenti. A casa del 42enne invece sono stati ritrovati un ulteriore panetto di hashish di circa un etto e 1.850 euro in contanti che sono stati sequestrati. Dopo l'arresto entrambi sono stati trasferiti nel carcere di Livorno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estate 2020, slittano le riaperture dei bagni: "Troppe incognite, poco tempo per organizzarsi". A rischio la stagione ai Fiume

  • Baracchina Rossa multata, lo sfogo del titolare e le scuse dal sindaco: "Siamo esasperati". Salvetti: "Non lucreremo sui livornesi"

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Truffe internazionali nella vendita delle case, 28 i casi a Livorno: quattro arresti, sequestrate villa e auto di lusso

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

Torna su
LivornoToday è in caricamento