Cronaca Pontino / Scali delle Macine

Sgombero sul Pontino, tra gli occupanti un presunto positivo fuggito da struttura Covid di Bergamo. Ma il test di controllo è negativo

Il caso emerso dopo aver liberato un edificio sugli Scali delle Macine. Tra i denunciati, un uomo che avrebbe dovuto essere in isolamento nella provincia lombarda risultato poi negativo. Allarme rientrato tra gli agenti della polizia municipale sottoposti temporaneamente a quarantena preventiva

Momenti di apprensione, fortunatamente passati senza conseguenze, nel corpo di polizia Municipale dopo lo sgombero di giovedì 18 febbraio sugli scali delle Macine. Tra gli occupanti dell'edificio, liberato in seguito a un'ordinanza per inagibilità e pericolosità strutturale, era infatti emerso un caso di sospetta positività al coronavirus non conclamata al momento dell'operazione. Quello di un cittadino extracomunitario, denunciato per occupazione abusiva insieme ad altri tre italiani e due connazionali, il quale, risultato positivo lo scorso 14 febbraio, avrebbe dovuto rispettare l'isolamento in una struttura Covid di Bergamo. Da qui, tuttavia, secondo quanto ricostruito sarebbe scappato trovando rifugio proprio a Livorno nell'edificio occupato sul Pontino.

Emerso il caso, gli agenti coinvolti nell'operazione erano dunque stati in via precauzionale sottoposti a isolamento, in attesa dell'esito del test. Una situazione inevitabile, malgrado tutte le misure di sicurezza messe in atto durante lo sgombero sia a tutela personale che dei soggetti interessati, risolta fortunatamente nel migliore dei modi quando, dai laboratori Asl, è finalmente arrivata la risposta del tampone di controllo, risultato negativo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero sul Pontino, tra gli occupanti un presunto positivo fuggito da struttura Covid di Bergamo. Ma il test di controllo è negativo

LivornoToday è in caricamento