rotate-mobile
Venerdì, 29 Settembre 2023
Cronaca Cecina

Choc a Cecina, il sindaco Lippi trovato con la cocaina in auto: "Sono inciampato e voglio rialzarmi, mi scuso con tutti"

Il sequestro della sostanza stupefacente da parte dei carabinieri di Riparbella. Il primo cittadino è stato segnalato alla prefettura e per lui è scattato il ritiro della patente

Notizia scioccante a Cecina: il sindaco Samuele Lippi nei giorni scorsi è stato trovato in auto con una modica quantità di cocaina durante un controllo dei carabinieri di Riparbella. Secondo quanto emerge anche dalle cronache nazionali, Lippi sarebbe stato visto mentre acquistava la sostanza stupefacente e fermato poi alla guida. Considerata la quantità ridotta della droga, ritenuta ad uso personale, Lippi è stato segnalato alla prefettura e nei suoi confronti è scattata una sanzione amministrativa che non implica risvolti penali. Contestualmente al sindaco è stata anche ritirata la patente.

Caso Lippi: Lega e Forza Italia chiedono le dimissioni del sindaco: "Umanamente vicini, ma politicamente è un fatto grave"

Lippi: "Intraprenderò un percorso che mi permette di prendere cura di me"

Sulla vicenda è poi intervenuto lo stesso Lippi con un post su Facebook: "Stanno circolando molte voci su vicende private che mi sarebbero accadute in questi giorni. Ciò che è successo è una vicenda strettamente personale, che non ha alcuna rilevanza penale ma che non posso e non voglio sottovalutare o minimizzare. Sono inciampato ma voglio rialzarmi e con coraggio ho deciso di intraprendere un percorso che mi permetta di prendermi cura di me. Voglio e devo farlo non solo per me ma anzitutto per i miei familiari, per coloro che condividono l’impegno di governo della città, per le forze politiche che lo sostengono, per rispetto di tutto il Consiglio Comunale e non per ultimo, verso tutti i cittadini di Cecina. A tutti voi chiedo scusa per avervi esposti ad un disagio e ad una sofferenza che avrei voluto evitare".

Caso Lippi, il Pd tira dritto fino a fine legislatura: "Umanamente vicini al sindaco, continueremo a sostenere l'amministrazione" 

"Voglio tutelare la serenità della mia famiglia ed evitare ogni strumentalizzazione politica"

Lippi, al momento, però non si dimette: "Mi sono esposto per tutelare la serenità della mia famiglia e per evitare ogni strumentalizzazione politica della mia personale vicenda e per consentire all’amministrazione di portare a termine progetti e attività molto importanti per la città.  Penso alle opere del Pnrr e dei lavori pubblici, al porto di Cecina, alle permute con il Demanio, al Polo Tecnologico, al piano strutturale, tutte in una fase procedurale delicatissima. Io credo di aver fatto umanamente il possibile con questa mia dichiarazione. Con la stessa tenacia e dedizione con cui ho affrontato e risolto le tante questioni cecinesi con altrettanto piglio affronterò questo mio percorso personale. Sono certo che tutti faranno al meglio la loro parte, soprattutto a tutela della mia famiglia, di mia moglie, dei miei bambini e dei miei genitori". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Choc a Cecina, il sindaco Lippi trovato con la cocaina in auto: "Sono inciampato e voglio rialzarmi, mi scuso con tutti"

LivornoToday è in caricamento