rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca

Morto Gino Baldi, il cordoglio della città: "Perdiamo un uomo perbene, generoso e concreto"

Associazioni, politica e tanti cittadini hanno ricordato la figura dell'ex direttore della Cna di Livorno, scomparso all'età di 72 anni

"Generoso, concreto. Un uomo perbene". La città e non solo, il mondo della politica e dell'associazionismo locale piangono la scomparsa di Gino Baldi, ex direttore della Cna di Livorno, morto ieri all'età di 72 anni a causa di una malattia contro la quale combatteva da tempo. Per più di trent'anni infatti Baldi è stato una figura di spicco del mondo produttivo e dell'associazionismo livornese. Ha fatto parte di vari consigli di amministrazione di più enti ed è stato anche presidente del Lions Club Livorno Host. 

"Personalmente - ha ricordato il sindaco Luca Salvetti - ho condiviso con Gino Baldi un momento molto entusiasmante negli anni '90 - primi 2000, quando, grazie al suo ruolo in Cna ha proposto e realizzato alcuni progetti innovativi per la città, dando un contributo importante al suo sviluppo. Ho avuto occasione, come giornalista, in un rapporto di grande amicizia e stima, di raccontare tutto questo alla nostra città. Porgo le mie sentite condoglianze alla famiglia a nome dell’amministrazione". 

I messaggi della politica, dei sindacati e anche da oltre confine. Don Razzauti: "Ci lascia un'altra grande figura"

Il segretario generale della Cgil Livorno, Fabrizio Zannotti, ha ricordato Baldi come una persona "che ha sempre svolto il proprio lavoro con passione e tenacia, ed è sempre stato esempio di lealtà e correttezza. Ai familiari e a tutta la Cna le più sentite condoglianze da parte della Cgil". Anche dalla Camera di Commercio dell'Alta Corsica sono arrivate le condoglianze per l'ex direttore della Cna di Livorno. "I nostri sindacati hanno collaborato per diversi anni con la Cna Livorno e hanno lavorato per la realizzazione di un gruppo europeo di interesse economico dell'artigianato".

"Ci lascia un'altra grande figura - ha ricordato don Paolo Razzauti - che ha contribuito a ricostruire Livorno ed a creare con la Cna una realtà forte e stabile per tanti. Gino era un grande amico perché uomo giusto e retto, che ha sempre lavorato per il bene comune. Anche quando non è stato "valorizzato" (e lo avrebbe più che meritato) non ha ha fatto grandi proteste o sceneggiate, ma ha continuato nel silenzio (che dovrebbe essere assordante per i responsabili) a fare il suo lavoro e ad amare la sua Livorno".

"Esprimiamo il nostro cordoglio per la scomparsa di Gino Baldi - hanno scritto dall'Unione comunale Pd Piombino -, uomo generoso, concreto e pragmatico, per molti anni punto di riferimento per gli artigiani ed i piccoli imprenditori della nostra provincia. Alla sua famiglia va la nostra profonda vicinanza". Anche dalla Regione sono arrivati messaggi di cordoglio. Gianni Anselmi (Pd) ne ha ricordato i "valori forti e netti che hanno potuto apprezzare le imprese che ha rappresentato con serietà e visione complessiva del territorio, gli amministratori pubblici che hanno lavorato con lui e più di tutti i suoi affetti ed amici". Il consigliere Francesco Gazzetti (Pd) ha sottolineato come "parlare e confrontarsi con lui era sempre un momento di crescita e che aiutava a capire e guardare le cose da angolazioni mai banali. Io perdo anche un amico, un amico vero e sincero".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto Gino Baldi, il cordoglio della città: "Perdiamo un uomo perbene, generoso e concreto"

LivornoToday è in caricamento