rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Ippodromo, la proposta di D'Alesio: "Gestione trentennale a una società di scopo"

Il presidente del Coordinamento ippodromi interviene in vista della chiusura del secondo bando per la gestione delle corse al Caprilli

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

"Gli incontri avuti con il sindaco Luca Salvetti - ha spiegato in una nota Attilio D'Alesio, presidente dell’associazione nazionale Coordinamento ippodromi e direttore del Caprilli dal 1981 al 2011 - non hanno prodotto il risultato che mi auguravo e cioè la migliore ripartenza delle corse per quest’anno e la messa in campo di un progetto di 'lungo respiro' per una gestione pluriennale e complessiva dell’ippodromo da parte di una 'società di scopo' costituta da imprenditori ed appassionati livornesi che in queste settimane mi hanno contattato, per collaborare alla realizzazione di questo stupendo progetto".

Ippodromo Caprilli, canone ridotto e concessione più lunga: le modifiche al nuovo bando per le corse

"È stato pubblicato il bando bis - ha aggiunto -, al quale possono partecipare, anche in Ati, solo le poche società di corse che hanno un fatturato medio nell’ultimo triennio di 3 milioni (questo è il requisito principale) oltre ad avere già il riconoscimento del Mipaaf. Il canone di affitto annuo minimo è di 60.300 euro oltre Iva, il contratto avrà durata biennale ed il 28 giugno ne conosceremo i partecipanti ed il vincitore. Sono molto deluso - ha proseguito - per il percorso che l’amministrazione ha deciso di intraprendere, ma mi auguro comunque che il Caprilli possa essere riaperto a tutto tondo ed ospitare già quest’anno le corse dei cavalli di corse, dopo tanti anni di chiusura e di totale abbandono".

Ippodromo, il Comune non rinuncia alle corse dei cavalli. Salvetti: "Nuovo bando, ci sono società interessate"

 Per quanto sopra confermo la mia totale disponibilità, anche in qualità di presidente del Coordinamento ippodromi, a collaborare per raggiungere questo obiettivo, pur dovendo prender atto, che la mia persona, evidentemente, non è molto gradita a qualche forza politica presente in consiglio comunale. Comunque per il grande 'amore' che provo verso il Caprilli che ho diretto per trent’anni. e dove ho iniziato a lavorare a 18 anni, continuerò ad impegnarmi per il suo rilancio, pur sapendo che l’antico detto 'Nemo profeta in patria' è sempre molto attuale e vero. Personalmente - ha quindi concluso D'Alesio - mi auguro che anche questo bando vada deserto e che l’amministrazione prenda finalmente in considerazione il progetto presentato al sindaco e che dal 1 gennaio 2022 ne venga assegnata la gestione trentennale ad una 'società di scopo' costituita da tanti imprenditori ed appassionati livornesi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ippodromo, la proposta di D'Alesio: "Gestione trentennale a una società di scopo"

LivornoToday è in caricamento