Il Senso del Ridicolo, al via la quarta edizione con la lectio magistralis di Massimo Recalcati

Presenti all'inaugurazione il sindaco Luca Salvetti e il presidente della Fondazione Livorno, Riccardo Vitti. Stefano Bartezzaghi: "La satira non ha limiti ma deve avere dei confini"

"Piazza del Luogo Pio nei prossimi giorni sarà l'ombelico del mondo, perché questo festival è diventato in pochissimo tempo un brand in grado di raccontare la nostra città nel modo migliore". È il sindaco Luca Salvetti a tagliare idealmente il nastro dando il via alla quarta edizione de "Il senso del ridicolo", manifestazione dedicata all'umorismo, la satira e la comicità, ideata e diretta con genialità e maestria da Stefano Bartezzaghi e organizzata da Fondazione Livorno, ente che opera sul territorio con lo scopo di promuovere eventi e portare Livorno all'attenzione nazionale. "E poi questa è un'anticipazione di un altro grande evento che vedrà Livorno e questa piazza ancora una volta protagonista, la mostra dedicata ad Amedeo Modigliani che verrà inaugurata il prossimo 7 novembre al Museo della Città - ha continuato il sindaco -. È da questa piazza che ci ospita, e che ospita il museo, che dobbiamo iniziare a riappropriarci della nostra identità e dei nostri tratti somatici, con eventi di respiro internazionale".

il senso del ridicolo giorno uno (5)-2

Il direttore artistico, Stefano Bartezzaghi: "La satira non ha limiti ma deve avere dei confini"

Durante i tre giorni di eventi, da venerdì 27 fino a domenica 29 settembre,  sono attesi tantissimi visitatori: gli spettacoli a pagamento sono praticamente tutti sold out, e da qui passeranno attori, autori, giornalisti, radiostar e comici che si interrogheranno, attraverso reading e spettacoli, sul significato del riso e dell'umorismo, sulla sua funzione e sui suoi effetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il senso del ridicolo sta diventando ormai una tradizone, e di questo non possiamo che essere fieri - è intervenuto il direttore artistico della manifestazione Stefano Bartezzaghi -. Se Livorno, però, è a tutti gli effetti una delle capitali dell'umorismo non è grazie al festival, ma è grazie al suo spirito caustico e pungente che rende di fatto possibile ospitare una manifestazione di questo genere. Qui si parla di umorismo, ma anche di satira e comicità. Ecco, a proposito della satira è bene che questa sia libera, senza limiti, ma con dei confini". E il primo ospite a fare i conti con questo spirito è stato lo psicoanalista Massimo Recalcati, a cui è stata affidata la lectio magistralis di apertura e che ha parlato al numeroso pubblico ponendo la domanda "Il desiderio ci prende in giro?", partendo proprio dall'esperienza di psicoanalista e dagli episodi tragicomici che avvengono all'interno del suo studio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Andrea Matteucci, arrestata la giovane alla guida dell'auto. La Municipale: "Accusata di omicidio stradale, positiva all'alcool test"

  • Tragedia in via dei Pensieri, scooterista di 17 anni muore dopo lo scontro con un'auto

  • Rosignano, scontro tra camion e auto sulla SR 206: due feriti

  • Dramma a Collesalvetti: gravissima 30enne investita dal fratello dopo una lite, l'uomo inseguito e arrestato per tentato omicidio

  • Funerale Andrea Matteucci, San Jacopo gremita per l'ultimo abbraccio a "Gas"

  • Campiglia Marittima, uccide un gatto e lo cucina davanti alla stazione: il video virale indigna la rete, denunciato 21enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento