rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Calcio

Us Livorno, l'addetto stampa Gianni Tacchi si dimette: "Rapporti pessimi con la proprietà, non può essere calpestata la dignità personale e professionale"

Il responsabile della comunicazione ha lasciato l'incarico al termine della gara con il Cenaia: "Serie di episodi diretti contro la mia persona, decisione già presa da una settimana"

Gianni Tacchi non è più il responsabile della comunicazione dell'Unione Sportiva Livorno 1915. Nella giornata di ieri, al termine della gara con il Cenaia, terminata sul punteggio di 1-1, ha infatti rassegnato le proprie dimissioni. Ed è proprio lo stesso Tacchi, attraverso un post pubblicato sui propri profili social, a spiegare i motivi che lo hanno spinto a prendere questa decisione, parlando di rapporti con il proprietario del club "pessimi fin dall'inizio" che "sono degenerati nell'ultimo periodo con una serie di episodi diretti contro la mia persona".

Livorno imbarazzante al 'Mannucci', Esciua non cerca alibi: "Vergogna, chiedo scusa. Siamo stati indegni"

"Nella giornata di ieri, come già riportato dalla stampa, ho rassegnato le mie dimissioni da responsabile della comunicazione dell’Unione Sportiva Livorno 1915 - si legge nel post pubblicato da Gianni Tacchi -. I rapporti con il proprietario della società sono stati pessimi fin dall’inizio e sono degenerati nell’ultimo periodo, con una serie di episodi diretti contro la mia persona. Durante la stagione ho pensato più di una volta a questo passo indietro, ma ho sempre messo i colori amaranto davanti a tutto. Anche a me stesso. Ora però, dopo quanto accaduto, è anche e soprattutto una questione di rispetto e di dignità personale e professionale, che non può essere calpestata.Ci tengo a evidenziare come la decisione, molto sofferta, di presentare le dimissioni impropriamente dette - stante la mancanza di un contratto di lavoro o di una lettera di incarico per volontà dell’Unione Sportiva Livorno 1915 - risalga alla scorsa settimana, avendo deciso di posticiparle solo ed esclusivamente per garantire ai tifosi amaranto la diretta streaming della partita a porte chiuse con il San Donato, diretta streaming che sarebbe saltata senza la mia mediazione".

"Restano la soddisfazione e l’orgoglio per il lavoro svolto in questi tre anni, per aver contribuito alla rinascita dell’Us Livorno - aggiunge Tacchi -. Eventi, collaborazioni, iniziative di beneficenza. Le presentazioni davanti a migliaia di tifosi, il ricordo di Piermario, le iniziative per il record di Andrea, quella volta in campo con i cani del canile, i 100 anni di Giorgio Allori allo stadio, la nascita dello store ufficiale. È stato bellissimo. Ringrazio infinitamente le centinaia di persone che mi stanno scrivendo in queste ore, dimostrando affetto e solidarietà nei miei confronti. Lasciare quello che si ama non è facile, ma a volte è necessario. Ci vediamo presto allo stadio. Da tifoso. Per sempre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Us Livorno, l'addetto stampa Gianni Tacchi si dimette: "Rapporti pessimi con la proprietà, non può essere calpestata la dignità personale e professionale"

LivornoToday è in caricamento