Livorno, inizia l'era di Giorgio Heller: "Piazza importante, pronti a rinforzare la squadra. Le pendenze? Saranno saldate"

Il nuovo presidente si presenta alla città: "Vogliamo fare bella figura. Rubino ds, Mariani general manager. E parlerò con Lamanna per capire quale ruolo può avere nella società"

foto Fb Giorgio Heller

La gestione a firma Navarra e imprenditori finanziati da Banca Cerea ha lasciato un Livorno in una situazione a dir poco complicata tra stipendi pagati in ritardo, mancati innesti e una guerra interna che, piano piano, ha lacerato tutto l'ambiente. Purtroppo le due parti non sono mai riuscite ad andare d'accordo e a rimetterci sono stati la squadra e Dal Canto. Adesso però sembra che qualcosa possa cambiare dal momento che nel nuovo cda c'è quella unione d'intenti che finora è mancata. Sia chiaro, i problemi del Livorno non scompariranno dall'oggi al domani perché il nuovo presidente Giorgio Heller dovrà comunque fare i conti con una fideiussione per il mercato che ancora manca, punti di penalizzazione, pagamento di tutte le pendenze e la pesante contestazione dei tifosi con le croci presenti sul campo Picchi prima del match contro il Novara.

L'ex proprietario del Trapani sa che lo attende una sfida complicata: "Siamo venuti qui per fare bella figura" le sue parole. La settimana prossima, appena la fideiussione sarà presentata in Lega, saranno ufficializzati quattro giocatori mentre per quanto riguarda i ruoli nella società il presidente ha le idee chiare: "Al momento abbiamo ufficializzato solo Rubino e Vitagliano. Non escludo che in questo Livorno possa entrare anche Lamanna considerato l'aiuto che ci ha fornito in questa trattativa". 

Livorno, ecco il nuovo cda: nomi e cariche

Buonasera Heller, quali sono le sue prime sensazioni da nuovo presidente?
"Sento la responsabilità nel ricoprire questo ruolo e devo ammettere che sono emozionato. Entrare in una società così importante con questa carica mi gratifica". 

Come è nato il vostro interesse per il Livorno?
"Noi siamo imprenditori e abbiamo visto questa possibilità attraverso la quale contiamo di penetrare anche nel territorio cittadino per cogliere qualche opportunità di business. Il calcio, per noi, è sicuramente un buon biglietto da visita". 

Quali saranno le sue prime mosse?
"Il dottor Gherlone ha illustrato il nuovo cda, io posso dire che al momento abbiamo ufficializzato Raffaele Rubino come nuovo direttore sportivo, Danilo Mariani come general manager mentre l'avvocato Fabrizio Vitagliano entrerà nella segreteria sportiva generale". 

Altre figure come Sivieri e Borgo avranno un ruolo?
"Ho conosciuto entrambi e devo dire che mi hanno fatto una buona impressione. Adesso valuteremo come potranno esserci utili". 

E Lamanna?
"È stato fondamentale in questa operazione perché è stato lui che ha acceso l'interesse di questo gruppo per il Livorno. Ci discuterò personalmente per capire quale ruolo vorrà ricoprire all'interno della società. Il suo sarà un grosso contributo". 

La società però sta attraversando una fase complicata a causa dei mancati pagamenti di alcune pendenze. Voi sarete in grado di garantirli?
"A partire da lunedì provvederemo a tutti gli adempimenti bancari e sono sicuro che per le prossime scadenze non ci saranno problemi. Anche la fideiussione da depositare in Lega non sarà un ostacolo". 

Quando verrà presentata?
"Purtroppo tra l'assemblea dei soci e le varie nomine non ci sono stati i tempi tecnici, ma con la banca (Cerea, ndr) siamo già d'accordo. La settimana prossima verrà presentata e mister Dal Canto potrà avere a disposizione almeno quattro nuovi giocatori: Mazzarani, Bussaglia, Gemignani e Stancampiano". 

È preoccupato per i punti di penalizzazione che verranno inflitti alla società?
"Purtroppo sono situazioni che possono capitare. Siamo a conoscenza di quanto accaduto in passato e contiamo di poter recuperare il terreno perso sul campo". 

Altra questione spinosa riguarda la messa in mora presentata dai giocatori. 
"È un atto fatto da professionisti che stanno subendo tutto questo. Rispettiamo la loro decisione e cercheremo di parlare con loro per farli capire che tutto si sistemerà". 

Prima della partita contro il Novara, sul campo del Picchi sono comparse tre croci e una testa di maiale. Si sente di dire qualcosa ai tifosi?
"Ce la metteremo tutta per fare bella figura perché una piazza come Livorno merita palcoscenici importanti. Riguardo a quanto accaduto posso solo dire che mi sembra un'azione sconsiderata e stupida. Senza contare che le teste di maiale vengono utilizzate in contesti ben più gravi di questo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in viale Ippolito Nievo | Rider distrugge il distributore con la pompa della benzina, ma le telecamere riprendono tutto. Video

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Caos Livorno, i soldi non ci sono: si rischia l'esclusione dal campionato. Navarra: "Ore contate, ma c'è uno spiraglio"

  • Coronavirus Livorno, distribuzione gratuita di mascherine dal 4 dicembre: ecco dove

  • Nuovo Dpcm Natale | Spostamenti, ristoranti, cenone, messe e coprifuoco: le misure nella bozza del governo

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

Torna su
LivornoToday è in caricamento