menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Instagram @giulia_erede

foto Instagram @giulia_erede

Coronavirus, dagli striscioni agli applausi dalle finestre: così Livorno ringrazia i medici

Sono tante le iniziative messe in piedi in queste ore per stringerci, anche solo virtualmente, in un grande abbraccio nei confronti di chi salva le vite negli ospedali

Restiamo a casa, ma facciamoci sentire e ringraziamo chi, ogni giorno, lotta negli ospedali per salvare vite: dai medici al personale infermieristico passando per tutti gli operatori sanitari. È questo il messaggio che in queste ore, da nord a sud, sta attraversando l'Italia. E se il decreto ministeriale, e il buon senso, ci impongono l'isolamento forzato allora i flash mob si organizzano a distanza di sicurezza. Sembra infatti che in questi giorni di autoesilio sia ancora più forte la voglia di far parte di un'unica grande famiglia, di far sentire la propria voce, di urlare -  anche solo dalla finestra - un "grazie" ai tanti che, negli ospedali e per le strade, lavorano in condizioni disperate per far sì che presto l'emergenza Coronavirus sia solo un ricordo.

Dai messaggi arcobaleno, accompagnati dall'hastagh #andràtuttobene ai flashmob musicali sul balcone, dagli striscioni piazzati dai ragazzi della Curva Nord davanti all'ospedale fino alle star che organizzano concerti in salotto: l'importante è rompere il silenzio assordante che circonda le città con messaggi di speranza e un enorme "grazie". Tra le tante, importanti, iniziative c'è sicuramente la raccolta fondi da destinare al reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Livorno, a cui hanno partecipato tra gli altri anche Bobo Rondelli, Nada e Enrico Nigiotti.

Sabato 14 marzo alle 12: un lungo applauso per dire "grazie" a medici e infermieri

Il prossimo appuntamento è per oggi alle 12 di oggi, sabato 14 marzo. Dove? Ognuno a casa propria ovviamente. Per partecipare a questo ringraziamento collettivo a tutti coloro che stanno lavorando negli ospedali, e incoraggiarci a vicenda, basterà affacciarsi a una finestra e fare un caloroso applauso. Un gesto semplice per unire, simbolicamente, le nostre mani.

Coronavirus, #IoRestoACasa...con i bambini

"Canta che il virus passa", un grande karaoke per superare la paura: appuntamento (alla finestra) giovedì 19 marzo

Un altro appuntamento, musicale questa volta, è quello ideato dalla pagina Facebook Livorno Young. Per partecipare al grande concerto cittadino sarà sufficiente seguire la diretta facebook sulla pagina degli organizzatori e cantare tutti la stessa canzone affacciati alla finestra. Un'iniziativa leggera per affrontare col sorriso questi giorni pesanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento