rotate-mobile
Calcio

Serie D | Crisi Livorno, Protti: "Momento difficile, servono persone competenti per tornare nel calcio che conta"

L'ex attaccante, che nella passata stagione ha ricoperto il ruolo di direttore generale del club, ha commentato la stagione fallimentare degli amaranto: "Oggi non basta più avere un nome e un bacino di utenza importante per ottenere risultati"

Un momento quanto mai complicato, quello che sta vivendo il Livorno. Gli amaranto, con i pareggi contro Cenaia e Montevarchi, seguiti dall'esonero di Fabio Fossati (al suo posto è stato promosso in prima squadra il tecnico della Juniores Niccolò Pascali), hanno infatti praticamente abbandonato ogni speranza di promozione in C. Una situazione che, in occasione della Digital Cup 2024 in programma al Centro tecnico di Coverciano, è stata commentata da Igor Protti, il quale, dopo il mancato accordo con il nuovo presidente Joel Esciua, ha lasciato il club al termine della passata stagione.

"Seguo da tifoso le sorti del Livorno, consapevole del fatto che queste sono categorie che non competono alla città - ha dichiarato Protti a FirenzeToday -. È un momento complicato e difficile, a dimostrazione che oggi non basta più avere un nome e un bacino di utenza, ma servono evidentemente altre cose per riuscire ad avere risultati importanti. Non posso far altro che sperare che queste sensazioni cambino al più presto possibile e che il Livorno torni tra i professionisti il prima possibile".

"Tornare ai livelli raggiunti con Spinelli? Bisogna sperarci e lavorare affinché questo possa succedere - ha poi aggiunto l'ex attaccante e dirigente amaranto -. Sono tornato a Livorno nel '99 in C e l'ho lasciato nel 2005 in A, sono poi tornato da dirigente nel 2016 in C e in due anni siamo tornati in B, sono quindi riandato via e adesso siamo addirittura nei dilettanti. Io credo che si debba lavorare per far sì che questo possa ricapitare, consapevoli del fatto che nel calcio di oggi non è semplice: ci vogliono tutta una serie di componenti che devono incastrarsi. E servono, soprattutto, le persone competenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D | Crisi Livorno, Protti: "Momento difficile, servono persone competenti per tornare nel calcio che conta"

LivornoToday è in caricamento