rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Calcio

Serie D, Figline-Livorno: le probabili formazioni. Pascali: "Utopistico pensare di vincere il campionato. Io un traghettatore? Vedremo a fine anno"

Gli amaranto, reduci dai pareggi con Cenaia e Montevarchi, hanno quasi definitivamente detto addio alle speranze promozione. Debutto in panchina per l'ex tecnico della Juniores, che ha preso il posto dell'esonerato Fossati

La matematica, malgrado tutto, darebbe ancora una possibilità, ma per il Livorno, parlare di primo posto, è ormai razionalmente utopistico. Gli ultimi due imbarazzanti pareggi contro Cenaia e Montevarchi, che hanno fatto scivolare gli amaranto in quarta posizione a -5 dalla vetta, hanno infatti compromesso in modo pressoché definitivo il cammino di Luci e compagni, ai quali in questo finale di stagione, adesso, non resta che salvare quanto meno la faccia. Una reazione di orgoglio il Livorno dovrà già darla nella sfida con il Figline, in programma domenica 14 aprile alle 15 allo stadio Goffredo del Buffa e valevole per la 31esima giornata del campionato di serie D girone E. Una gara che segnerà in debutto in panchina di Niccolò Pascali, promosso dalla Juniores alla prima squadra dopo l'esonero di Fabio Fossati.

Crisi Livorno, Esciua: "Squadra spenta, esonero inevitabile. Il futuro? Resto, la società non è in vendita"

Quali possano essere le scelte del nuovo allenatore, in questo momento, risulta difficile da capire. Pascali, infatti, potrebbe operare diversi cambiamenti rispetto a quanto visto nelle ultime settimane, ripartendo da quei giocatori, come ad esempio Luci e Nardi, che rappresentano le poche certezze di questo Livorno. Per il resto tantissimi i ballottaggi, con il tecnico che scioglierà le ultime riserve solo a ridosso della partita.

Pascali: "Felice di questa opportunità. Punteremo su chi sarà più motivato"

"In accordo con la società abbiamo cercato di tenere l'ambiente il più possibile tranquillo e sereno - ha dichiarato in conferenza stampa alla vigilia del match Pascali -, vedremo domani come i ragazzi avranno recepito questa settimana e questo cambiamento in panchina. Siamo stati attenti a non mettere pressione e non ci siamo dati obiettivi a lungo termine. Cambiare le cose è sempre possibile, quanto meno iniziare a cambiarle, anche se è vero che il tempo a disposizione è poco: dobbiamo cercare di sistemare quello che è stato fatto dai miei predecessori, professionisti importanti che in passato hanno vinto dei campionati. Stiamo cercando di proporre un modo di lavoro diverso e stiamo analizzando i dettagli che possano apportarci benefici. Quattro giornate possono essere poche e tante, dipende da quello che faranno le formazioni davanti a noi. Chiaramente in questo momento pensare alla vittoria del campionato è utopistico, dato che non siamo padroni del nostro destino".

"In questo frangente il discorso relativo al modulo lascia un po' il tempo che trova - ha proseguito il tecnico -. Dobbiamo innanzitutto fare le valutazioni sugli uomini, puntando su quelli più motivati e che possano darci maggiori garanzie. Questa è una squadra con dei lavori, con ragazzi che lavorano forte e che mi hanno messo in difficoltà per quanto riguarda le scelte: probabilmente mi aspetta una notte in bianco. Gli attaccanti? Li ho trovati tutti pronti, anche dal punto di vista mentale. Forse, sotto questo aspetto, è mancata un po' di continuità, che possiamo trovare soltanto dando tranquillità. Le quote? Abbiamo molti giovani di valore, anche nella Juniores: qualcuno di loro potrebbe avere delle chance di convocazione. Domani - ha aggiunto - troveremo di fronte una squadra ben organizzata e un ambiente caldo con una tifoseria importante. Sappiamo che in questo campionato, anche nelle ultime giornate, può sempre succedere di tutto. Non dovremo dare niente di scontato e non dobbiamo guardare la classifica: giocare contro il Livorno è sempre un'opportunità".

Pascali, infine ha risposto così alla domanda se si senta solamente un traghettore: "Essere un traghettatore a Livorno significa avere delle responsabilità - ha affermato il tecnico -. Cercherò di fare bene il mio ruolo da traghettatore: se poi sarò bravo da prendermi un'opportunità e la società sarà contenta del lavoro che ho svolto, sarò ben felice di mettermi a sedere e valutare quello che succederà".

Figline-Livorno, le probabili formazioni

Figline (4-3-3): Pagnini; Dema, Simonti, Ficini, Zellini; Costantini, Sesti, Torrini; Saccardi, Bruni, Zhupa. All. Tronconi
Livorno (3-5-2): Facchetti; Brenna, Tanasa, Curcio; Camara, Sabattini, Luci, Nardi, Goffredi; Giordani, Cori. All. Pascali

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, Figline-Livorno: le probabili formazioni. Pascali: "Utopistico pensare di vincere il campionato. Io un traghettatore? Vedremo a fine anno"

LivornoToday è in caricamento